AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùla giornata

Wall Street in rosso, tonfo del petrolio. Piazza Affari +2,5% in novembre

I prezzi del greggio sono crollati dopo le dimissioni del premier iracheno: si temono proteste con blocchi ai siti estrattivi mentre la prossima settimana ci sarà il meeting dei Paesi Opec per valutare la riduzione dei livelli di produzione di greggio

di Stefania Arcudi e Andrea Fontana

default onloading pic

2' di lettura

Il rosso di Wall Street, sui timori per le conseguenze della questione Hong Kong sulle trattative Usa-Cina sul commercio, e soprattutto la forte correzione del prezzo del petrolio hanno pesato sull'andamento delle Borse europee: nell'ultima seduta settimanale male soprattutto Londra (-0,77%) a causa delle vendite sul comparto minerario e petrolifero, mentre Piazza Affari ha ceduto lo 0,36% nel FTSE MIB. Il bilancio per il mese di novembre per Milano è comunque positivo: +2,5%. Parigi archivia invece il mese a +3%, Francoforte a +2,87% e Londra a +1,35%. Fanalino di coda tra i listini è Madrid che ha guadagnato a novembre un timido +1%.

Petrolio in calo del 4%: si dimette il premier iracheno
Il petrolio Wti al Nymex perde oltre il 4%. L'andamento odierno fa chiudere la settimana in negativo, la prima in ribasso delle ultime quattro. Per il mese di novembre, nel complesso, i guadagni si aggirano ancora intorno al 4%. A preoccupare sono le dimissioni del primo ministro iracheno e le previsioni per l'incontro del gruppo Opec della prossima settimana sui livelli produttivi. I trader credono che le dimissioni di Adel Abdul Mahdi dovrebbero mettere fine a settimane di proteste e, di conseguenza, ai rischi di interruzione della produzione di petrolio. Per quanto riguarda il summit di Vienna, si prevede un'estensione dell'attuale output di 1,2 milioni di barili al giorno.

Secondo gli esperti, i prezzi del petrolio sono sotto pressione anche per l'avvertimento della Cina agli Stati Uniti («ci saranno contromisure»), dopo la promulgazione di una legge a favore dei manifestanti di Hong Kong; le tensioni tra le due potenze potrebbero far ulteriormente slittare la firma sulla 'fase uno' del loro accordo commerciale, che servirebbe a mettere fine a una guerra che sta frenando la crescita economica mondiale e il consumo di petrolio.

Wall Street in calo dopo Ringraziamento, +3% S&P500 a novembre
A Wall Street, che oggi ha osservato una seduta breve, l'indice S&P 500,
ha registrato nell'intero mese di novembre la migliore performance mensile da giugno, con un rialzo mensile, al momento, superiore al 3%.

A Milano male Atlantia e Buzzi
A Piazza Affari ha sofferto ancora Atlantia, arrivata a perdere anche più del 2%: una revoca delle concessioni appare un'ipotesi concreta viste le dichiarazioni del Governo e dell'orientamento a favore del Pd. Male anche Buzzi Unicem, tra le peggiori del listino principali, dopo che Morgan Stanley ha tagliato la valutazione da "equalweight" a "underweight" con un prezzo obiettivo sceso da 21 a 20 euro per azione. Attenzione su Bper: ieri è stato annunciato una revisione del modello organizzativo di vertice, con l'uscita del direttore generale Togni (la carica è stata attribuita all'ad Alessandro Vandelli).

Andamento dello spread Btp / Bund

Spread chiude sotto i 170 punti
Chiusura in lieve calo per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario dei titoli di Stato Mts. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005383309) e il pari scadenza tedesco ha archiviato la seduta a 169 punti base, dai 171 punti di ieri. Si mantiene stabile il rendimento del BTp decennale benchmark:è indicato all'1,34%, invariato rispetto al closing precedente.

Il cambio euro / dollaro

(Radiocor Il Sole 24 Ore)

Tutti gli indici e le quotazioni

L’andamento dello spread

I titoli di Piazza Affari

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...