la giornata dei mercati

Per le Borse europee altra giornata no, Piazza Affari limita danni con Mediobanca

I listini continentali hanno chiuso in territorio negativo complice anche la debolezza di Wall Street dopo che il dato sull'andamento dei prezzi al consumo di gennaio negli Usa. A Milano i titoli di Piazzetta Cuccia hanno guadagnato terreno all'indomani della pubblicazione di conti trimestrali superiori alle previsioni

di Enrico Miele e Paolo Paronetto

La Borsa, gli indici di oggi 10 febbraio 2021

3' di lettura

Nuova giornata nel segno della prudenza per le Borse europee. I listini continentali hanno chiuso in territorio negativo complice anche la debolezza di Wall Street dopo che il dato sull'andamento dei prezzi al consumo di gennaio negli Stati Uniti ha alimentato le preoccupazioni su una ripresa economica che nel breve termine potrà rimanere appannata. Piazza Affari ha limitato i danni a -0,15% sul Ftse Mib sostenuta dal +3% di Mediobanca. I titoli di Piazzetta Cuccia hanno guadagnato terreno all'indomani della pubblicazione di conti trimestrali superiori alle previsioni del mercato. Tra i titoli finanziari bene anche Finecobank (+2,6%), Unipol (+2,52%) e Bper (+1,63%). +0,82% per UniCredit che domattina alzerà il velo sui conti 2020 in quello che secondo le attese sarà l'ultimo giorno al timone dell'istituto per l'a.d. Jean Pierre Mustier, in attesa dell'arrivo del successore Andrea Orcel, previsto per il 15 aprile. Deboli Stellantis (-1,94%) e Stmicroelectronics (-2,66%), mentre nel resto del listino Mps ha perso il 5,8% dopo aver annunciato una perdita in aumento a 1,69 miliardi nello scorso esercizio.

Spread in calo, rendimento decennale prima volta sotto 0,5%

Nuovo record per i BTp decennali che per la prima volta nella storia scendono sotto la soglia dello 0,50% di rendimento. Sul mercato secondario dei titoli di stato Mts, infatti, il rendimento del decennale benchmark italiano è indicato allo 0,49% (0,51% ieri). Lo spread tra BTp e Bund risulta in lieve calo a 94 punti base, dai 96 della vigilia, anch'esso ben sotto la soglia psicologica dei 100 punti base.

Loading...

Sul primario, il Tesoro ha collocato in asta BoT annuali (scadenza 14/02/2022, prima tranche) per 7 miliardi di euro, a fronte di richieste per oltre 9,725 miliardi (1,39 il rapporto di copertura). Il rendimento lordo è pari a -0,454%, in aumento di 2 punti base rispetto all'asta precedente, con un prezzo medio ponderato pari a 100,465. Il regolamento dei titoli cade sul 12 febbraio. Il totale dei BoT in circolazione al 12 febbraio è pari a circa 124,582 miliardi.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...


Trimestrali sotto i riflettori in Europa

Sull'azionario, le vendite sul settore energia hanno compensato i rialzi dei titoli minerari, fiancheggiati da un petrolio in un ulteriore allungo. In Europa focus sulle trimestrali: Societe Generale corre di oltre il 3% a Parigi, Thyssenkrupp che alza le stime sull'esercizio dopo aver ridotto il rosso trimestrale balza del 7% a Francoforte, mentre il piano di riduzione costi da 2 miliardi in due anni di Heineken non rispamia la flessione al titolo del gruppo di bevande alla Borsa di Amsterdam.

Ancora le banche protagoniste a Milano

A Piazza Affari spicca Mediobanca grazie ai conti oltre le previsioni del secondo trimestre sale di oltre il 3% ed è la migliore del FTSE MIB, immediata la risposta di Banca Generali ai conti 2020 chiusi con un profitto di 275 milioni di euro. In evidenza Unipole Bper, mentre Unicredit aspetta l'approvazione della trimestrale e la stampa rilancia l'ipotesi di aggregazione a tre con Banca Mps e Banco Bpm che coinvolgerebbe anche l'asset manager Anima partecipata da Siena e Milano.

Fuori dal Ftse Mib, Monte dei Paschi è in calo di oltre il 2%: l'istituto toscano ha chiuso il 2020 con un rosso di 1,7 miliardi di euro. Protagonista in positivo Fincantieri che balza del 7%.

Nona seduta in rialzo per il petrolio

Proseguono gli acquisti sul petrolio, per la nona seduta consecutiva in rialzo. " Entrambi i principali benchmark, Wti e Brent - spiegano da ActivTrades - hanno una chiara tendenza rialzista, dato che gli investitori stanno scommettendo su una ripresa economica più solida man mano che i programmi di vaccinazione anti-Covid iniziano a dare risultati. Inoltre, qualsiasi notizia riguardante nuovi stimoli fiscali o monetari potrebbe innescare un nuovo rally del greggio". Da un punto di vista tecnico il Wti sta testando la resistenza posta a 58,4 / 58,5 dollari. Lo scenario è simile sul Brent, ma il livello in questo caso è di 61 dollari.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti