ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Seduta tonica per l'Europa. A Wall Street exploit di Tesla, crolla il petrolio

Milano frena nel finale ma chiude comunque a +0,63% spinta da Saipem e Generali. Pressione sui titoli di Stato in Europa e Usa

di Enrico Miele e Cheo Condina

La Borsa, gli indici del 28 marzo 2022

5' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor). I timidi spiragli diplomatici sul conflitto in Ucraina, con il presidente Zelensky che si dice "pronto a discutere di neutralità" con la Russia, bastano stavolta ai listini europei per chiudere in rialzo la prima seduta della settimana. Sui mercati resta alta in ogni caso la tensione, in una giornata caratterizzata, oltre che dalle notizie sul fronte di guerra e dai colloqui in Turchia, dal tonfo del petrolio per il ritorno del Covid in Cina ai rinnovati dubbi sulla domanda globale di energia, con Putin che ribadisce come il futuro pagamento del gas avverrà in rubli (mossa bollata come «Inaccettabile» dal G7). Mentre corrono i rendimenti dei titoli di Stato, gli operatori attendono adesso l’infornata di dati macro della settimana per valutare la velocità dell’incremento dei tassi da parte delle Banche centrali, Fed in testa (all’opposto si registra il tonfo dello yen dopo l’intervento della BoJ che punta a non ritoccare i tassi).

Torna agli scambi anche la Borsa di Mosca (-2,2% l’indice Moex in rubli, pur con delle limitazioni. In questo clima il FTSE MIB chiude in rialzo trainato dall’exploit di Saipem che rialza la testa dopo lo scivolone a Piazza Affari sul Piano di ristrutturazione. Prosegue il rally della compagnia Generali al top da ottobre 2008 mentre entra nel vivo la battaglia in vista dell’assemblea dei soci che deciderà il futuro assetto di vertice. Acquisti sui principali bancari e su Telecom Italia che prosegue i contatti con Kkr ed ha confermato l'offerta non vincolante di Cvc per una quota di minoranza di una società (tutta da costituire) sulle attività legate ai servizi alle aziende. In fondo al listino Leonardo - Finmeccanica in scia al comparto difesa europeo e i realizzi sui petroliferi come Tenaris ed Eni. Sul fronte dei cambi, l'euro/dollaro è in leggero calo a 1,097 (da 1,1 in chiusura venerdì), mentre la divisa unica balza a 135,38 verso lo yen (134,07) e il dollaro/yen passa di mano a 124,129 (122,06). In leggero rialzo il gas a 103,1 euro al megawattora (+1,9%

Loading...

Wall Street contrastata, balza Tesla

Seduta contrastata a Wall Street, dove i tre maggiori indici sono reduci da due settimane positive di fila. Dopo una settimana complessivamente leggera, da domani l'agenda macroeconomica sarà ricca di appuntamenti di nota, con un'attenzione particolare rivolta al rapporto sull'occupazione e all'inflazione, con il dato sulle spese per i consumi. Attesa poi per l'Ism manifatturiero e il rapporto Adp sull'occupazione nel settore privato. Balza Tesla con la società che punta a un nuovo split azionario.

A Milano sugli scudi Generali e Saipem

Tra i titoli in rialzo anche Unicredit mentre la remunerazione dell'a.d. Andrea Orcel resta anche quest'anno al centro dell'attenzione in vista dell'assemblea degli azionisti, visto che sul tema si registrano vedute opposte dei proxy advisor (Glass Lewis resta infatti contrario mentre Iss, che dopo il "no" consigliato lo scorso anno, ora suggerisce ai soci di dare il proprio appoggio sul voto relativo alla politica di remunerazione).

Quanto a Telecom Italia, secondo Il Sole 24 Ore, si dovrebbe tenere il 29 marzo un nuovo cda per rispondere a Kkr. Inoltre, il gruppo, confermando le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, ha spiegato di avere ricevuto venerdì scorso da Cvc un'offerta non vincolante per una quota di minoranza di una società, da costituire in caso di perfezionamento dell’operazione, nella quale sarebbero incluse le attività della divisione Enterprise di Tim (cioè connettività e servizi Ict) oltre a quelle di Noovle, Olivetti, Telsy e Trust Tecnologies. «Enterprise potrà beneficiare delle gare per il polo strategico nazionale e dei progetti del Pnrr per la digitalizzazione della pubblica amministrazione (gare in assegnazione per fine giugno). Riteniamo che la parte Enterprise possa beneficiare di un multiplo più generoso rispetto alla Consumer», scrivono gli analisti di Equita. Inoltre, sempre Il Sole 24 Ore, parla dell'interesse per il dossier Tim di altri fondi come Apax Partners. «Se confermato, l'interesse di Cvc sarebbe in linea con i piani di Tim di separare la società e sbloccare il valore degli asset».

Le azioni Saipem, invece, nonostante il rally odierno cedono comunque circa il 40% da inizio anno, con gli investitori ora concentrati sul piano al 2025 e la manovra finanziaria da 2 miliardi: «Apprezziamo che Saipem si focalizzi sui business a maggiore marginalità (E&C offshore e drilling offshore) sulle quali beneficia anche di fondamentali in sostanziale miglioramento. Modifichiamo le stime di crescita dell'Ebitda, più simile al nuovo piano, con un lieve peggioramento nei prossimi tre anni» spiegano sempre da Equita.

Generali ha invece sfondato quota 20 euro, toccando i massimi da ottobre 2008, nel giorno in cui i top manager della lista Caltagirone, il candidato presidente Claudio Costamagna e l’a.d. Luciano Cirinà, sono a Washington per iniziare il roadshow americano di presentazione del programma strategico “Awakening The Lion”. Terna ha invece aggiornato il massimo storico del titolo dalla quotazione di giugno 2004. Il gruppo, guidato da Stefano Donnarumma, ha così migliorato il precedente record toccato in il primo marzo scorso (quando il valore raggiunse i 7,476 euro).

Petrolio giù con lockdown Shanghai, in calo anche il gas

Brusca frenata per il petrolio a causa delle preoccupazioni sulla domanda che arrivano dall'Asia. In Cina la città di Shanghai ha deciso di introdurre un lockdown in due fasi per fare fronte al nuovo rialzo dei contagi di Covid-19, cosa che ha innescato forte incertezza su un possibile indebolimento della richiesta di energia. 'Le nuove restrizioni hanno innescato un'ondata di vendite, gli investitori sono delusi perche' pensavano che le chiusure a Shanghai, una citta' con 26 milioni di persone, sarebbero state evitate', hanno detto gli analisti di Fujitomi Securities. Dopo i rialzi della settimana scorsa, la prima in aumento dopo due ottave di ribassi (+11,5% il Brent e +8,8% il Wti), il petrolio torna quindi a scendere: i contratti scadenza maggio del Wti arretrano a 109 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza scendono a 116 dollari. In calo anche i prezzi del gas quotato sul mercato europeo sulla proposta Usa di rifornire l'Europa per ridurre la dipendenza dalla Russia: i contratti aprile scambiati ad Amsterdam calano del 5% a 96,1 euro al megawattora.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Governativi sotto pressione: si inverte curva Treasury Usa

Il rientro delle banche centrali dalle politiche ultra espansive è seguito dagli investitori che stanno vendendo velocemente le obbligazioni e spingono sui rendimenti. La curva dei rendimenti dei titoli di Stato Usa, tra 5 e 30 anni, si è invertita per la prima volta dal 2006 con i rendimenti delle scadenze brevi e medie superiori a quelli a lunga scadenza. Il rendimento del 10 anni americano supera il 2,5%. In Europa il rendimento del Bund tedesco a 10 anni aggancia lo 0,6% e quello del BTp è a 2,1% con lo spread che si allarga a oltre 150 punti.

Rublo recupera ancora nei confronti di euro e dollaro

La moneta russa recupera qualche posizione nei confronti delle principali divise occidentali in avvio di settimana. Per un dollaro sono necessari 98 rubli (101,5 venerdi') e per un euro 108 rubli (112,02). Dai picchi del 7 marzo scorso la valuta di Mosca ha recuperato circa il 30% sia verso il dollaro sia verso l'euro. Il cambio tra euro e dollaro è sotto quota 1,10.

BitCoin: torna in positivo da inizio 2022, vale 47mila dollari

Le quotazioni del Bitcoin azzerano le perdite da inizio anno superando i livelli di fine 2021 e agganciando quota 47mila dollari. In apertura di settimana le quotazioni della principale cryptovaluta hanno anche sfiorato i 47.500 dollari e salgono ora del 2% circa a 47200 dollari. In rialzo anche le altre cryptovalute: Ehtereum sale del 3% a 3350 dollari tornando ai livelli di metà gennaio.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti