ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla settimana dei mercati

Torna la paura del coronavirus, Milano di nuovo sotto i 25mila punti

In cinque sedute il Ftse Mib ha perso lo 0,38%, risentendo della frenata di venerdì. Ubi è stato il miglior titolo dell'ottava, Bper il peggiore

di Eleonora Micheli

La sorpresa di Ubi Banca dopo l'offerta di Intesa

In cinque sedute il Ftse Mib ha perso lo 0,38%, risentendo della frenata di venerdì. Ubi è stato il miglior titolo dell'ottava, Bper il peggiore


5' di lettura

Bilancio negativo questa settimana per le Borse europee, nonostante nei primi giorni dell'ottava Wall Street abbia aggiornato nuovi record e anche Milano si sia spinta sopra i 25 mila punti, come non succedeva da inizio ottobre 2008. Negli ultimi giorni sono tornati tuttavia in primo piano i timori per il coronavirus, che si sta diffondendo anche fuori dalla Cina. In cinque sedute Milano ha perso lo 0,38%. La piazza italiana, comunque, continua a vantare la performance migliore del 2020, con un progresso del 5,39%. Parigi, nell'ultima settimana, ha perso lo 0,65% (+0,86% da inizio anno), Madrid lo 0,71% (+3,5%), Londra un frazionale 0,07% (-1,8%). La peggiore è stata Francoforte, che ha lasciato sul parterre l'1,2% (+2,49%).
Wall Street nella giornata del 21 febbraio ha chiuso negativa, Dj -0,78%, Nasdaq -1,79%.
A livello settoriale hanno perso quota le azioni delle auto (-1,3% in cinque sedute e -7,5% da inizio anno), che per altro segnano una delle performance peggiori del 2020. Sono andate male anche le banche (-2,3% e +0,7%), mentre hanno continuato a salire le utilities (+2,5% e +16,3%).

Settimana movimentata per Ubi e Bper
A Piazza Affari il miglior titolo dell'ottava è stato Ubi, salito del 27% dopo l'offerta pubblica di scambio posta sul piatto lunedì notte da Intesa Sanpaolo. Per altro le azioni dell'istituto a questo punto vantano un progresso di oltre il 44% da inizio anno. L'ipotesi che il risiko bancario sia solo agli inizi, ha fatto lievitare anche le azioni di Banco Bpm (+9% e +17,3%). Inoltre non si è arrestata la corsa di Nexi, che salendo del 5,4% ha portato al 30% i guadagni del 2020. Per contro la prospettiva di dover far fronte a un aumento di capitale da un miliardo di euro per rilevare tra le 400 e le 500 filiali del nuovo gruppo Intesa-Ubi, ha fatto perdere il 9% alle quotazioni di Bper che così hanno azzerato i guadagni del 2020. Sono inoltre andate male le azioni della Juventus (-8,2% e -8,5%), visto che la squadra, pur confermandosi prima in classifica, è ormai quasi allineata alla Lazio nel campionato di Serie A. Infine ha perso il 6,8% Azimut (+4,7% da inizio ano) nella settimana in cui il socio di riferimento, Timone Fiduciaria, ha ceduto l'1,78% del capitale, nonostante abbia espresso la volontà di ricomprare titoli entro l'estate.
Nelle ultime cinque sedute ha rialzato la testa il petrolio (+2,4%), che tuttavia da inizio anno ha un bilancio negativo del 12,8%. Ha invece fatto bene il prezzo dell'oro, riportandosi sui massimi dal 2013. Il valore del metallo giallo ha guadagnato in settimana l'1,5% e nel 2020 l'8,3%.

Venerdì di vendite, Milano la peggiore d'Europa
Quanto alla seduta di venerdì, la chiusura è stata negativa per le Borse europee, penalizzate dai timori sul coronavirus e anche dai dati sull'attività economica americana che a febbraio è peggiorata sia a livello manifatturiero, sia dei servizi. Milano ha terminato le contrattazioni in calo dell'1,22%, con il FTSE MIB che è tornato sotto i 25mila punti, conquistati lunedì scorso. Lo spread ha chiuso stabile in area 134 punti, nonostante aleggi la possibilità di una crisi di Governo.

A Piazza Affari deboli le banche, Unicredit la peggiore
Nell'ultima seduta della settimana a Milano hanno perso quota le banche, con Intesa Sanpaolo e Ubi Banca sempre sotto la lente, anche se il mercato è ottimista sulla fusione, nonostante gli azionisti del Car, che controllano il 18% del capitale, abbiano definito la mossa di Intesa «ostile e inaccettabile». Sono inoltre andate male le Banco Bpm (-2,86%) e leUnicredit (-3,9%), quest’ultime risentendo dell’ipotesi che Jean Pierre Mustier stia trattando per lasciare la sua carica di ad e prendere la guida di Hsbc a stretto giro. Fuori dal Ftse Mib, hanno continuato a salire le Banca Mps (+0,59%), nonostante ieri sera a mercati chiusi l'a.d. Marco Morelli si sia dichiarato indisponibile a un rinnovo della sua carica che scadrà a primavera. La mossa è tuttavia stata interpretata come possibile preludio di operazioni straordinarie per Rocca Salimbeni, che potrebbe andare presto sposa ad altri istituti bancari, soprattutto se la banca senese verrà alleggerita dal fardello dei suoi crediti deteriorati. Un ok informale da parte di Bruxelles alla maxi-cessione ad Amco di Npl, per un controvalore di 9,2 miliardi di euro, potrebbe arrivare già la prossima settimana, almeno secondo indiscrezioni di stampa, in base alle quali, inoltre, la vendita dovrebbe avvenire a un prezzo pari al 29-30% del valore nominale.

Giù Tenaris e Azimut, debole anche Fca con settore auto
Hanno fatto male le Azimut (-5,8%),anche se dalle pagine del Sole 24 Ore, il presidente Pietro Giuliani ha ribadito di ritenere che le azioni siano sottovalutate. Tenaris ha lasciato sul parterre il 4,4%, complice un outlook 2020 debole diffuso la vigilia, che sta portando le case di investimento a limare le previsioni per l'anno in corso. In particolare i vertici dell'azienda hanno indicato che in questi primi mesi del 2020 i margini di Tenaris sono attesi "in linea" con quelli del quarto trimestre del 2019 a causa delle perdite che sta registrando Ipsco. Negli ultimi tre mesi dell'anno scorso l'utile netto è calato del 34% a 148 milioni di dollari. Ed ancora, Fiat Chrysler Automobiles ha perso l'1,6%, facendo meglio del settore auto europeo che ha lasciato sul parterre quasi il 2%. Del resto l’azienda italo-americana è poco esposta in Cina, dove proprio oggi è emerso che le vendite di auto nei primi 15 giorni di febbraio sono crollate del 92%.

Lusso sotto il tiro delle vendite, scatta Telecom
Sono inoltre state vendute le azioni del lusso, da Salvatore Ferragamo (-2,47%) a Moncler (-2,88%), nel giorno in cui Goldman Sachs ha ipotizzato che il settore della moda non crescerà quest'anno, ma vedrà il suo fatturato rimanere al palo a causa del virus cinese. Per contro Telecom Italia ha guadagnato il 3,8% sull’ipotesi che il private equity KKR sia pronto stanziare una cifra importante per mettere le mani su una quota di minoranza della rete secondaria di Telecom Italia. Secondo indiscrezioni di stampa il fondo avrebbe già presentato al ceo Luigi Gubitosi l’offerta per l’infrastruttura in rame e in fibra, valutandola complessivamente circa 7 miliardi di euro.

Anima sugli scudi, vola Italia Independent con CR7
Fuori dal paniere principale Anima Holdingè stata tra le migliori di Piazza Affari con un rialzo vicino al 5%, all'indomani dei conti, giudicati dagli analisti solidi. La società ha chiuso il 2019 con un utile netto di 145,8 milioni (+19%). Si apre inoltre il capitolo sulla successione dopo che il ceo, Marco Carreri, si è detto indisponibile a continuare a guidare la sgr, dopo undici anni al timone. Sono inoltre volate del 25% le Italia Independent, dopo la pubblicazione dei primi dati sulle prevendite della collezione CR7 Eyewear, nata dall'accordo quinquennale firmato meno di un mese fa dalla società con il brand del bomber della Juventus, Cristiano Ronaldo. Italia Independent ha fatto sapere che in nove giorni di presales le vendite sono superiori al milione di euro a valori di mercato.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Euro risale la china, giù il petrolio
Sul fronte dei cambi, l’euro ha rialzato la testa, allontanandosi dai minimi toccati in giornata in area 1,0770 dollari, che non vedeva dall’aprile 2017, riportandosi a 1,0861 dollari.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Per approfondire
La Borsa di Milano

La Borsa di Francoforte

La Borsa di Parigi

Lo spread BTp-Bund

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...