la giornata dei mercati

Borse ignorano moniti di Powell e Lagarde. Piazza Affari positiva ma Fineco va ko

Il numero uno della banca centrale Usa ha definito i tassi "adeguati" paventando tuttavia possibile effetti del virus cinese sull'economia Usa. Milano aggiorna i massimi dal 2008 spinta dalle banche e dal comparto energetico. Asta boom per il Btp a 15 anni

di Chiara Di Cristofaro e Cheo Condina


default onloading pic
(AFP)

3' di lettura

Altra seduta di rialzi per le Borse europee, che snobbano il virus cinese e soprattutto i moniti dei banchieri centrali Jerome Powell e Christine Lagarde. Il primo ha sottolineato che l'attuale politica monetaria Fed è "adeguata" e che proprio il virus potrebbe avere qualche effetto (ancora da stimare) sull'economia Usa, la seconda ha fatto notare come la Bce monitori i possibili effetti collaterali dei tassi bassi. Così Francoforte tocca il nuovo massimo storico mentre Milano aggiorna il record dal 2008 con l'Ftse Mib chiude in in rialzo dello 0,74%. A Piazza Affari, l'unico settore a pagare dazio per il virus cinese è il lusso con Moncler (all'indomani dei conti) e Salvatore Ferragamo, che cedono rispettivamente il 2,7% e il 2,4%. La peggiore è Finecobank che lascia sul terreno il 5,6% dopo i conti 2019, in linea con le attese. Acquisti invece su tutto il comparto bancario, a partire da Ubi Banca (+4,2% dopo il bilancio 2019 e in attesa del nuovo piano), su Prysmian (+2,8%) e sulla Juventus Fc (+2,4%). Risale il comparto petrolifero in linea con l'Europa - il Wti risale dell'1,5% a 50,3 dollari al barile - con Saipem che balza del 2,7% ed Eni dell'1,1%. Fuori dal listino principale prosegue il rally di Risanamento che balza del 12%.
Sul fronte dei cambi, l'euro chiude in lieve calo a 1,091 dollari (da 1,092 di ieri) e risale a 119,97 yen (da 119,8 yen) mentre il dollaro incrocia lo yen a 109,86 (da 109,75).

Domanda boom per il nuovo Btp a 15 anni

Il nuovo BTp benchmark a 15 anni collocato oggi dal Tesoro attraverso un sindacato di banche ha riscosso una domanda complessiva record superiore ai 50 miliardi di euro. Lo riferiscono fonti finanziarie a Radiocor: il totale emesso è pari a 9 miliardi e il nuovo benchmark offre un rendimento pari all'1,489%. Il titolo è stato prezzato a 99,513.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

Powell conferma i tassi: "adeguati"
Oltre al mini allarme lanciato sul Corona virus, Jerome Powell , ha sottolineato che “alcune incertezze riguardanti il commercio sono diminuite e alcuni segnali indicano che la crescita globale si sta stabilizzando” ma rimangono alcuni rischi all’outlook, fra cui anche il coronavirus cinese. Secondo il banchiere è molto probabile che il coronavirus cinese “avrà qualche effetto sull’economia americana” ma è ancora troppo presto per valutare il suo impatto. Inoltre ha definito adeguata, con l'obiettivo di raggiungere il 2% di inflazione, l'attuale politica monetaria della Fed.
“Fintantoché le informazioni provenienti dall’economia rimangono in linea con queste prospettive, l’attuale posizione della politica monetaria rimarrà probabilmente adeguata”, ha detto il presidente della Federal Reserve in un intervento che pronuncerà di fronte alla commissione affari finanziari della Camera durante la presentazione del Monetary Policy Report. Il numero uno della Fed ha notato che la politica monetaria della banca centrale americana “non è su un percorso predefinito” e se “dovessero emergere sviluppi che portano a una rivalutazione materiale delle nostre prospettive, risponderemo di conseguenza”.

Lagarde: monitoriamo possibili effetti collaterarli tassi bassi

«La Bce è pienamente consapevole che il contesto di bassi tassi di interesse influisce sui redditi da risparmio, sulla valutazione delle attività, sull'assunzione di rischi e sui prezzi delle abitazioni. E sta monitorando attentamente i possibili effetti collaterali negativi per garantire che non superino l'impatto positivo delle nostre misure sulle condizioni del credito, sulla creazione di posti di lavoro e sul reddito da salari». Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde all'Europarlamento.

A Piazza Affari Moncler soffre per il coronavirus
Sull'azionario milanese, brusco scivolone per Moncler dopo i dati diffusi ieri a Borsa chiusa, con un aumento del dividendo: numeri superiori alle attese ma le incognite sugli effetti del coronavirus cinese che pesa. Positive le banche e Fiat Chrysler Automobiles mentre Exor prende un altro punto dopo il rally di ieri sulla notizia della vendita di PartnerRe. Attenzione ai titoli del risparmio gestito: oltre a Finecobank che va ko nel giorno dei conti2019 in linea con le attese e dopo i dati positivi della raccolta, bene Banca Generali dopo i dati in miglioramento e i giudizi positivi degli analisti con Deusche Bank che ha confermato il buy e ha alzato il target price a 35 euro, mentre Mediobanca ha confermato l'outperform con prezzo obiettivo aumentato a 32 euro per azione. Fuori dal listino principale prosegue senza sosta il rally di Risanamento.

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...