ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse in risalita dopo lo «spavento» della Fed. Wall Street rimbalza

L'automotive fa da traino e Francoforte risale di quasi 1 punto percentuale. Spread in calo sotto 110 punti. Wall Street in rialzo dopo la "settimana nera" con il DJ che ha perso il 3,5%. Realizzi sul dollaro

di Andrea Fontana e Enrico Miele

La Borsa, gli indici del 21 giugno 2021

5' di lettura

Dopo un periodo segnato dal nervosismo per l’atteggiamento della Fed, ormai pronta a rivedere tassi e programmi di sostegno prima del previsto, le Borse europee provano a ripartire, chiudendo la prima seduta della settimana all’insegna di un cauto ottimismo. I listini provano così a scrollarsi di dosso, almeno per una giornata, i timori legati ai futuri rialzi dei tassi Usa e si concentrano sui segnali incoraggianti sul fronte della ripresa economica, premiando i titoli del settore automotive più sensibili verso la velocità della ripresa.

A dare una mano il forte rimbalzo di Wall Street, nonostante ancora una volta il “falco” Jim Bullard, come già venerdì 18 giugno, abbia ribadito come i rischi del rialzo dell’inflazione abbiano aperto il dibattito in casa Fed su eventuali aggiustamenti di politica monetaria. In questo clima, a Piazza Affari il FTSE MIB - che la scorsa settimana aveva ceduto quasi il 2% - ha guadagnato lo 0,6% nonostante l'impatto dello stacco del dividendo da parte di 7 big (che pesa per lo 0,23%), mentre il DAX 30 di Francoforte ha guidato i rialzi in Europa con un incremento intorno a un punto percentuale favorito in primo luogo dalla giornata brillante dell'automotive e della chimica, settori ben rappresentati nel listino tedesco. Rimbalzo consistente per Wall Street dopo la settimana nera del Dow Jones che è arretrato complessivamente del 3,5%. Nella prima seduta settimanale il Dow ha chiuso in rialzo di quasi 2 punti percentuali(+1,8%), bene anche l’S&P 500 (+1,4%) e il Nasdaq (+0,8%).

Loading...

Wall Street risale, il falco Bullard insiste su rischi inflazione

Wall Street in buon rialzo dunque dopo la chiusura in negativo di venerdì 18 giugno che aveva segnato la peggiore settimana di borsa dalla fine di ottobre (-3,5% il Dow Jones). Il mercato recupera terreno dopo che la Federal Reserve ha palesato le sue intenzioni di anticipare il rialzo dei tassi di interesse al 2023, se non addirittura a fine 2022. Gli analisti interpellati oggi da Cnbc prevedono comunque che una maggiore crescita economica sosterrà le azioni perché gli americani aumenteranno la spesa in beni e servizi man mano che le restrizioni della pandemia si attenueranno, mentre per i titoli tecnologici si prevedono performance che supereranno le attese. L'attività economica nazionale statunitense resta in espansione in maggio ed e' cresciuta rispetto al mese precedente. L'indice che ne misura la performance, stilato dalla Federal Reserve di Chicago, e' salito a 0,29 punti, contro attese per un dato a 0,32 punti.

Fed, Bullard: Nuova era con inflazione sopra target attuali

Il presidente della Fed di St. Louis, James Bullard intervenendo online in un panel del Forum delle istituzioni monetarie e finanziarie, ha dichiarato: "Siamo in una nuova era" con l'inflazione al di sopra dell'obiettivo del 2% della Fed e vede possibile un aumento dei tassi gia' l'anno prossimo, a causa di un'inflazione piu' intensa del previsto. Il presidente della Fed di St. Luis spiega che l'economia si trova in una posizione molto più forte di quanto pronosticato all'inizio dell'anno e prevede un'inflazione PCE di base del 2,5% nel 2022, tuttavia guardando ai "livelli dei tassi globali, e' difficile vedere che i rendimenti statunitensi possano aumentare troppo". Bullard ha aggiunto che l'incertezza sulle prospettive impone alla Fed di essere "agile" con la politica monetaria.

Bce, Lagarde: aumento tassi può creare rischi per ripresa

"Pur riflettendo in parte il miglioramento delle prospettive economiche, un aumento sostenuto dei tassi di mercato potrebbe tradursi in un inasprimento delle condizioni di finanziamento più ampie, rilevanti per l'intera economia. Un simile inasprimento sarebbe prematuro e metterebbe a rischio la ripresa economica in corso e le prospettive di inflazione". Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde nell'audizione presso la commissione Affari economici del Parlamento europeo. "Gli effetti internazionali dell'inflazione americana possono essere amplificati se le persone nell'area euro fondano le loro aspettative anche sulla base di ciò che accade negli Stati Uniti, complessivamente pero' gli effetti sull'inflazione Eurozona sono attesi essere moderati'" ha ripreso. Lagarde ha anche detto che 'i rischi che circondano le prospettive di crescita sono diventati ampiamente equilibrati: mentre quelli di peggioramento dipendono dalle mutazioni del virus e continuano a essere una fonte di pericolo, quelli di miglioramento hanno a che fare con migliori prospettive della domanda globale e con l'aumento più rapido della spesa per
consumi che potrebbero risultare in una ripresa più forte".

Stellantis la migliore, Cnh chiude bene dopo acquisto Raven

Piazza Affari ha superato anche "l'esame" cedole: lo stacco dei dividendi da parte di 7 big - con un effetto iniziale negativo sull'indice Ftse Mib pari allo 0,23% - non ha finito per incidere sulla performance. A trattare ex cedola sono stati Snam Rete Gas, Terna, Telecom Italia, Exor, Stmicroelectron, Pirelli & C e Poste Italiane. In rialzo Cnh Industrial, dopo l'annuncio dell'accordo per acquisire il 100% delle azioni di Raven Industries, attiva nelle tecnologie di agricoltura di precisione con sede negli Stati Uniti, a una valutazione di 2,1 miliardi di dollari. Bene Prysmian, che ha ottenuto una nuova commessa da 900 milioni di dollari negli Stati Uniti. In rialzo anche Nexi : l'assemblea degli azionisti della società ha approvato la fusione per incorporazione di Sia, un'operazione che sarà completata entro settembre. La migliore del Ftse Mib è stata però Stellantis che ha beneficiato della vivace giornata di tutto l'automotive.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

BTP, spread in calo a 105 punti

Chiude in calo lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario Mts dei titoli di Stato. Il differenziale tra il decennale benchmark italiano (IT0005436693) e il pari durata tedesco ha terminato la giornata di contrattazioni a 105 punti base, rispetto ai 111 del closing venerdì scorso. Il rendimento dei BTp decennali sale invece leggermente allo 0,88% rispetto allo
0,87% del riferimento precedente.

Bitcoin scivola sotto 33.000 dollari, Cina contro i miners

Bitcoin sotto pressione. La criptovaluta perde il 9% e scivola sotto i 33.000 dollari, dopo la nuova stretta della Cina. Le autorità di Pechino hanno infatti esteso all'area di Sichuan l'ordine di sospensione dell'attività di estrazione della criptovaluta da parte dei cosiddetti "miners".


Dollaro, scattano i realizzi. Petrolio su: focus su Iran

Sul mercato dei cambi, il dollaro perde quota rispetto ai recenti massimi
da 10 settimane ed e' indicato a 1,191 per un euro (1,1850 venerdì 18 in chiusura) e 110,15 yen (110,27), mentre il rapporto euro/yen è a 131,24 (130,75). In rialzo, infine, il
prezzo del petrolio: il future agosto sul Wti è salito a 72,2 dollari al barile, mentre l'analoga consegna sul Brent sale dello 0,9% a 74,2 dollari. Sui movimenti del greggio incide soprattutto il fattore Iran visto che non è stato aggiunto un accordo sul nucleare di Teheran che riporterebbe l'oro nero locale sul mercato e visti i risultati delle elezioni nel Paese con la vittoria dell'ultraconservatore Ebrahim Raissi che potrebbe complicare il negoziato.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti