Fusioni

Borse, Hp dice no all’offerta di 33 miliardi di Xerox

Il produttore di personal computer e stampanti HP ha respinto nella notte l'offerta ostile giudicandola insufficiente. Il gruppo non ha tuttavia chiuso le porte a un futuro riavvicinamento

di Redazione Finanza

(ASSOCIATED PRESS)

1' di lettura

Il produttore di personal computer e stampanti HP ha respinto nella notte l'offerta ostile da parte di Xerox da circa 33 miliardi di dollari, giudicandola insufficiente. Il gruppo non ha tuttavia chiuso le porte a un futuro riavvicinamento. In una lettera inviata al ceo di Xerox, John Vasentin, il consiglio di amministrazione di HP ha dichiarato di aver concluso all'unanimità che l'offerta sottovaluta “significativamente” HP e non è nel migliore interesse dei suoi azionisti.

L’offerta

Loading...

Xerox aveva proposto agli azionisti di HP 22 dollari per azione, un importo suddiviso in 17 dollari in contanti e 0,137 in azioni Xerox. In base a questa proposta, gli azionisti HP avrebbero detenuto il 48% dell'entità risultante dalla fusione. Nonostante respinga l'offerta, il board riconosce “i potenziali benefici del consolidamento. Siamo aperti all'opportunità di creare valore per gli azionisti HP attraverso una possibile combinazione con Xerox”, afferma. Xerox non è stato immediatamente disponibile a commentare questo annuncio.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti