ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Super greggio e lavoro Usa accendono le Borse. A Milano (+0,7%) brilla Unicredit

Il greggio ai massimi dal 2014 in attesa dell'Opec spinge i titoli petroliferi mentre i sussidi di disoccupazione americani scendono ai livelli pre Covid

di Andrea Fontana e Cheo Condina

La Borsa, gli indici del 1° luglio 2021

4' di lettura

Gli acquisti sui petroliferi grazie al greggio in rally, sulle banche che 'vedono' il ritorno al dividendo e sul comparto viaggi-turismo permettono alle Borse europee di iniziare col
piede giusto anche il secondo semestre dell'anno dopo che il primo ha registrato rialzi in doppia cifra per gran parte dei listini e che l'Eurostoxx50 e' salito di quasi il 14%.
Madrid, listino con forte peso dei bancari ma anche con titoli come Iag e Melia Hotels, e' stato il migliore accompagnato da Londra: entrambe le Borse, che da inizio anno
sono quelle con le performance di crescita piu' contenute, hanno recuperato oltre un punto percentuale.

Piazza Affari ha chiuso a +0,73% nel Ftse Mib con bancari e petroliferi in prima fila: Unicredit e' salita del 2,5% seguita dal +1,7% di Banco Bpm e dal +1,1% di Intesa Sanpaolo. 'In assenza di sviluppi negativi, prevediamo di abrogare la nostra raccomandazione a partire dalla fine del terzo trimestre del 2021 e di tornare a rivedere i dividendi e il riacquisto di azioni proprie come parte del nostro normale processo di vigilanza', ha detto il responsabile della vigilanza bancaria Bce Andrea Enria rispetto alla raccomandazione sullo stop ai dividendi introdotta all'inizio della pandemia.

Loading...

Tra i petroliferi +2% Saipem, +1,9% Tenaris e +1,85 Eni perche' i Paesi Opec+ sembrano orientati verso un incremento della produzione molto cauto. I prezzi del greggio Wti agosto hanno toccato temporaneamente i massimi dal 2014 (76,22)e alla chiusura dei mercati continentali segnano 74,74 dollari al barile mentre il Brent settembre e' trattato a 75,49 dollari al barile.

Wall Street in rialzo dopo sussidi sui minimi da marzo

Apre il mese in rialzo anche Wall Street, dopo che la prima metà dell'anno è terminata con la 34esima chiusura record del 2021 per lo S&P 500 e rialzi semestrali superiori al 12% per tutti e tre i maggiori indici. Il mese di giugno si è chiuso in calo dello 0,1% per il Dow, in rialzo del 2,2% dallo S&P 500 e del 5,5% dal Nasdaq Composite. Nei primi sei mesi dell'anno, +12,7% per il Dow, +14,4% per lo S&P 500 e +12,5% per il Nasdaq. Per tutti e tre, si è trattato del quinto trimestre consecutivo in rialzo.
.
In attesa della diffusione del dato chiave di venerdì 2 luglio sul mercato del lavoro Usa, i sussidi alla disoccupazione calano ancora e registrano il miglior dato da inizio pandemia. Negli Stati Uniti, il numero dei lavoratori che per la prima volta hanno richiesto i sussidi di disoccupazione, nella settimana terminata il 25 giugno, è diminuito di 51.000 unità a 364.000, il numero più basso dal 14 marzo 2020, secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro. Nel pieno della pandemia, gli Stati Uniti avevano registrato un massimo di 6,9 milioni di nuove richieste settimanali.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Acquisti sulle banche in vista di un ritorno ai dividendi

Tra i titoli migliori del Ftse Mib c'è anche Leonardo - Finmeccanica (+2,3%), in scia ai movimenti del settore aereo, che tra l'altro ha annunciato una partnerhship con Tinexta su cybersecurity e digital trust. Dietrofront di Unipol (-1,89%) ieri protagonista assoluta a Milano dopo il rafforzamento nel capitale di alcune coop azioniste attraverso l'acquisto di un 1% di capitale. In discesa Ferrari, Buzzi Unicem e il settore sanitario. Timido il rialzo di Pirelli & C all'indomani dell'accordo con la famiglia Niu che entra così in Camfin: la holding sale pertanto al 14% di Pirelli e apre la strada a ulteriori rafforzamenti nel capitale o attraverso opzioni possedute o attraverso il conferimento di quote da parte degli stessi imprenditori cinesi. Fuori dal Ftse Mib balzo del 5% di Mondadori che ha confermato, dopo le anticipazioni de Il Sole 24 ore, le trattative per acquistare De Agostini Scuola. Rialzo dello 0,4% per Juventus Fc che ha varato in cda un rafforzamento patrimoniale fino a 400 milioni di euro. Rialzo del 6,3% per Eprice grazie alla conferma delle interesse di un nuovo investitore per ePrice Operations.

Mondadori in evidenza: tratta acquisto DeAgostini Scuola

Acquisti su Mondadorii . Il gruppo di Segrate ha confermato l'interesse per De Agostini Scuola, come anticipato dal Sole 24 Ore, e precisa che il processo e' in corso. Con riferimento alle notizie di stampa pubblicate oggi, il Gruppo Mondadori in una nota informa che e' in corso un processo negoziale finalizzato all'acquisizione del 100% di De Agostini Scuola, socieà attiva nel settore dell'editoria scolastica detenuta da De Agostini Editore.

ePrice in volo: nuovo investitore in arrivo

Brilla anche Eprice. Il cda ha ricevuto ieri una lettera di aggiornamento da parte dell'operatore interessato a investire in ePrice Operations. Nella lettera, arrivata nell'ultimo giorno utile per l'esclusiva dopo la manifestazione di interesse non vincolante iniziale, l'operatore conferma l'avvio della due diligence e delle valutazioni sul business plan che proseguiranno nelle prossime settimane.

Petrolio in rally, Brent e Wti a 76 dollari

Non si arresta la corsa del prezzo del petrolio che ha chiuso il miglior semestre dal 2009, con il Brent che si è apprezzato del 50%. Nel solo mese di giugno il Wti ha guadagnato oltre il 10% mentre il Brent oltre l'8%. Oltre alle indicazioni sulle scorte americane che mostrano continui segnali di declino, il mercato aspetta le decisioni dell'Opec+ che deve decidere se mantenere o meno i tagli alla produzione anche nella seconda parte dell'anno. Gli analisti si aspettano un aumento di produzione di circa 500mila barili al giorno, una quantità che non sarebbe comunque sufficiente a soddisfare l'aumento della domanda.

«Il mercato si aspetta il raggiungimento di un compromesso tra Russia, Arabia e Paesi mediorientali con un aumento della produzione da 500.000 barili al giorno. Nelle discussioni ci sarebbero divergenze se far partire l’aumento da agosto o da settembre in modo da avere più tempo per valutare l’andamento della variante Delta e gli
sviluppi sul fronte nucleare iraniano», spiegano gli analisti di Mps Capital Services. Il mercato globale in questo momento «è in forte deficit di produzione e un nulla di fatto probabilmente contribuirebbe a surriscaldare ulteriormente i prezzi»,

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti