ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Usa, maggior rialzo inflazione dal 2008. Borse chiudono deboli, la Bce resta «colomba»

Negli Usa continuano a diminuire le richieste di sussidi alla disoccupazione, l'inflazione cresce più del previsto. La Bce conferma la politica accomodante e rivede al rialzo le stime di crescita

di Andrea Fontana e Flavia Carletti

Aggiornato il 10 giugno 2021, ore 15.30

La Borsa, gli indici del 10 giugno 2021

5' di lettura

Chiusura sottotono per le Borse europee nel giorno della Bce e dell'inflazione Usa. Con Wall Street positiva ma sotto i massimi di apertura, a Piazza Affari il FTSE MIB è stato tra i peggiori. La Banca centrale europea, come atteso, ha lasciato invariati i tassi di interesse e la dotazione Pepp, che avrà un ritmo più accelerato anche nel terzo trimestre dell'anno. Christine Lagarde, presidente della Bce, ha anche detto di aspettarsi una accelerazione della ripresa nella seconda parte dell'anno. "La Bce prende tempo e rinvia le decisioni piu' importanti probabilmente al meeting del 9 settembre, quando saranno aggiornate le stime su inflazione e Pil e, forse, sara' stata ultimata la strategic review', commenta Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte, aggiungendo che "in termini operativi, oggi abbiamo avuto la conferma che la Bce sarà ben presente anche nel corso dell'estate. In prospettiva, la decisione di settembre dipendera' anche dall'impatto che l'inflazione avra' sui consumi reali" e "se l'impatto sara' rilevante, sara' presumibile immaginare che il supporto della Bce continuera' anche dopo settembre".

Wall Street in rialzo dopo i dati, S&P aggiorna record

Ancora in rialzo Wall Street che nella prima parte della seduta aveva visto nuovi record per l'S&P500. Gli investitori attendevano le richieste dei sussidi di disoccupazione e, soprattutto, il dato sui prezzi al consumo (Cpi), uno dei più monitorati per valutare l'inflazione: a maggio, i prezzi sono aumentati dello 0,6% rispetto ad aprile e del 5% rispetto a un anno prima, il passo più veloce dall'agosto 2008. Da sottolineare comunque che un terzo dell'aumento dell'indice è stato provocato dai prezzi di auto e camion usati, in rialzo del 7,3% rispetto al mese precedente e del 29,7% negli ultimi dodici mesi. Il dato di maggio non sembra comunque cambiare le prospettive: la Federal Reserve liquida questi aumenti come rialzi provvisori e gli investitori non si attendono novità dal prossimo incontro del Federal Open Market Committee (Fomc), il braccio di politica monetaria della Fed, previsto il 15-16 giugno. Per quanto riguarda i sussidi, il numero dei lavoratori che per la prima volta li hanno richiesti è diminuito di 9.000 unità a 376.000, il miglior dato dall'inizio della pandemia.

Loading...



Bce, acquisti Pepp rafforzati anche in III trimestre

La Bce ha confermato i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50% e si attende che «si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finchè non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà in maniera coerente nelle dinamiche dell'inflazione di fondo».

Per quanto riguarda il Pepp, il consiglio direttivo ha lasciato invariata la dotazione di 1.850 miliardi con durata fino almeno a marzo 2022 e «in ogni caso, finché non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus» e ha confermato che gli acquisti netti continuino a essere condotti a un ritmo «significativamente più elevato» rispetto ai primi mesi dell'anno.

Lagarde, adegueremo strumenti a inflazione

«Restiamo pronti ad adeguare tutti i nostri strumenti, ove opportuno, per assicurare che l'inflazione si avvicini stabilmente al livello perseguito, in linea con il nostro impegno alla simmetria». Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in conferenza stampa a Francoforte. «L'inflazione core ha fatto registrare un lieve aumento al rialzo e per questo lo staff della Bce ha rivisto le proiezioni per l'inflazione core a 1,1% per il 2021, all'1,2% per il 2022 e all'1,4% per il 2023». «Siamo ancora ben lontani dal nostro target di vicino ma sotto il 2% - ha detto - e non siamo dove vorremmo essere a fine pandemia ma vediamo
qualche movimento e continueremo a monitorare la situazione».

L'Eurotower alza le stime di crescita dell'eurozona

Il pil dell'Eurozona dovrebbe crescere al ritmo del 4,6% nel 2021, del 4,7% nel 2022 e del 2,1% nel 2023. Sono le nuove stime annunciate dalla presidente della Bce Christine Lagarde. Nel precedente esercizio di marzo, gli esperti dell'Eurozona avevano previsto una crescita del 4% nel 2021, del 4,1% nel 2022 e del 2,1% nel 2023.

A Milano giù Prysmian e Cnh, bene St su domanda chip

A Piazza Affari, tra i titoli, performance positiva di Stmicroelectron. Durante una conference online con gli analisti, il numero uno di St, Jean-Marc Chery, ha fornito indicazioni positive, sottolineando che la domanda di chips e' ben superiore all'offerta e che la società a luglio
rivedrà il proprio listino prezzi. Giù Stellantis che risente della notizia che nell'ambito dell'inchiesta giudiziaria riguardante diverse case automobilistiche iniziata nel 2016 e 2017, è stato comunicato nella tarda serata del 9 giugno che Peugeot è stata messa 'en examen' dal Tribunale Giudiziario di Parigi per accuse di frode ai consumatori in merito alla vendita in Francia di veicoli diesel Euro 5 tra il 2009 e il 2015. Male anche Cnh Industrial che ha segnato la performance peggiore del listino insieme a Prysmian.

Somec miglior titolo di giornata a Milano. L'azienda ha acquisito nuove commesse da Fincantieri per un valore complessivo di circa 100 milioni, 'considerando anche le opzioni fissate a un controvalore di circa 40 milioni'. Gli ordini riguardano la realizzazione chiavi in mano di involucri vetrati e aree pubbliche in nove navi da crociera di nuova generazione in
costruzione indicativamente tra il 2022 e il 2028 nei cantieri di Marghera, Monfalcone e Ancona. Giù invece Sanlorenzo dopo il collocamento da parte della holding della famiglia Perotti di una quota del 3% a 24 euro.


Euro resta sotto quota 1,22 dollari

La divisa unica è mantenuta sotto quota 1,22 dollari. L'annuncio della conferma dello status quo sui tassi di interesse Bce e della continuazione dell'attuale politica di acquisti di titoli non ha dato scosse all'euro, ma i dati americani si sono tradotti inizialmente in una nuova risalita del cambio con il dollaro Usa in area 1,2190 prima di arretrare. La corsa del petrolio, temporaneamente arrestatasi in mattinata, è ripresa con la flessione del dollaro seguita ai dati Usa. Brent agosto resta sopra 72 dollari al barile, Wti luglio a New York sopra i 70 dollari.

BTp in rialzo dopo Lagarde, lo spread scende a 105

Seconda parte di seduta positiva per i BTp scambiati sul secondario telematico Mts che nel finale riescono a ridurre lo spread con i decennali tedeschi. La conferma dell'attuale politica
monetaria da parte della Bce e del suo piano Pepp di acquisto di titoli ha prodotto, dopo un iniziale rialzo dei tassi, una ripresa del sentiero di discesa grazie alla determinazione mostrata in conferenza stampa dalla Presidente della banca, Christine Lagarde, nell'esprimere la volontà di mantenimento da parte del Consiglio direttivo dell'atteggiamento accomodante nella conduzione della politica monetaria. Si è
voluto così evitare qualsiasi speculazione su un possibile avvio del tapering (che prima o poi inizierà). Nel finale il differenziale tra il decennale benchmark italiano agosto 2031 (IT0005436693) e il pari durata tedesco (febbraio 2031) è indicato a 105 punti base (108 in avvio e 107 nel finale di mercoledì). L'apprezzamento dei corsi dei decennali
italiani si riverbera sul rendimento in calo allo 0,8% (0,83% stamani, lo stesso livello del finale della vigilia).


(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti