ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Europa fiacca senza il faro di Wall Street. Milano chiude pari, Tim sulle montagne russe

Borse Usa chiuse per il Giorno del Ringraziamento. Preoccupano l'aumento dei contagi e le prossime mosse della Fed

di Cheo Condina

La Borsa, gli indici del 25 novembre 2021

3' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Seduta fiacca per le Borse europee che, a eccezione di Milano (-0,2%), chiudono tutte poco sopra la parità senza il faro di Wall Street causa Thanksgiving Day. Sui listini restano palpabili le preoccupazioni per l’aumento dei contagi in Europa, sebbene le prospettive di ripresa economica non sembrino al momento a rischio. Sullo sfondo ci sono sempre i timori su un rialzo dei tassi americano più veloce del previsto.

La giornata di oggi è stata così una buona occasione, dopo il rally del 2021, per ruotare i portafogli alla luce delle incertezze che probabilmente resteranno sullo scenario economico-finanziario da qui a fine anno. Dunque, vendite su titoli auto, viaggi e materie prime e flussi di acquisti rilevanti sulle utility con Rwe in forte rialzo a Francoforte ed Enel che corre ancora a valle scia della presentazione del piano industriale. La migliore è Campari sulla scia del semestre record della francese Remy Cointreau mentre, in attesa del cda chiave di domani, Telecom Italia vive una seduta in altalena per poi chiudere in ribasso del 2,4% a 0,48 euro, sotto il livello della potenziale Opa di Kkr.

Loading...

Sul mercato dei cambi, la moneta unica, ieri scesa sotto 1,12 dollari, minimi dai primi di giugno 2020, passa di mano a 1,121 dollari (ieri a 1,1196 dollari). Vale inoltre 129,3 yen (129,184 yen), mentre il dollaro-yen è pari a 115,35 yen (115,382 yen). Leggera flessione per il greggio con il Wti in calo dello 0,3% a 78,1 dollari.

Rialzo tassi sempre più scontato nella prima metà del 2022

La politica monetaria della Fed resta al centro dell'attenzione dei mercati, visto anche il cambio di tono. «La narrazione della Fed sull’inflazione è cambiata - dice Luigi Nardella di Ceresio Investors - da fenomeno temporaneo legato alle riaperture al rischio che attese di alta inflazione diventino radicate». In questo quadro, l’accelerazione della riduzione del piano di acquisti di titoli del debito «lascerebbe più flessibilità per un aumento più rapido dei tassi». I futures sui tassi di interesse scontano ormai almeno un rialzo nella prima metà del 2022: «finora i mercati sono rimasti relativamente tranquilli - aggiunge - ma il sentiero che le banche centrali devono percorrere per normalizzare le politiche monetarie è stretto».

Telecom sempre sotto la lente, corre Enel

Piazza Affari in altalena Telecom Italia, dopo il balzo del 15% della vigilia, innescato dalle ipotesi che il fondo Kkr possa mettere sul piatto un prezzo molto più elevato rispetto a quello inizialmente indicato a 0,505 euro per azione. La situazione, tuttavia, è fluida con il Governo che potrebbe esercitare il golden power e con Kkr che potrebbe fare marcia indietro essendo l'offerta annunciata non vincolante. In più, è in calendario per domani un cda richiesto da 11 consiglieri della società, che potrebbero mettere all'angolo l'ad, Luigi Gubitosi.

Ha ripreso a correre Ferrari, ben intonata anche Enel in vista del riassetto del gruppo che passerà attraverso lo spin off e l'apertura del capitale della società nella quale verranno scorporate le attività di mobilità elettrica da EnelX. La migliore delle blue chip è Davide Campari grazie al semestre record della francese Remy Cointreau; rialzi anche per Amplifon, Prysmian, Mediobanca e Cnh Industrial.

In coda all'Ftse Mib, invece, titoli finanziari come Unipol, Unicredit e Banco Bpm e industriali come Inwit e Pirelli & C. Sul resto del listino la febbre da rinnovabili torna a contagiare Alerion.

Assegnati 2,25 mld BTp short term, rendimento in calo

Il Tesoro ha interamente assegnato l'importo massimo offerto di BTp 'short term' a 2 anni, scadenza 30-01-2024, pari a 2,25 miliardi, a fronte di una richiesta di oltre 3,2 miliardi, per un rapporto di copertura pari a 1,45. In calo di 3 punti il rendimento che scende a -0,26 per cento. Fa il pieno anche il BTp-i a 10 anni, scadenza 15-05-2030, per il quale il Tesoro aveva offerto titoli per un miliardo, a fronte di una richiesta di 1,46 miliardi, per un rapporto di copertura pari a 1,46. In risalita di 20 punti base il rendimento a -0,65 per cento.

Dollaro in calo, il tapering si fa più vicino

Il Dollar Index fa retromarcia dopo aver toccato un nuovo massimo dell'anno nella seduta di mercoledì 24 novembre. «Il rilascio degli ultimi verbali del Fomc ha fornito una panoramica delle opinioni dei principali responsabili della politica monetaria statunitense e ha mostrato una posizione prevalente a sostegno di una riduzione più veloce nel programma di acquisto dei titoli di stato della banca centrale», dicono gli analisti di ActivTrades. L'urgenza di snellire l’acquisto di obbligazioni «rischia di innescare aumenti dei tassi di interesse prima del previsto, uno scenario che è chiaramente favorevole al dollaro, soprattutto perché le altre grandi banche centrali, come la Bce, hanno scelto di adottare un atteggiamento più accomodante», aggiungono.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti