ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Borse: Europa chiude in rialzo, male Wall Street . Lagarde spinge su acquisto titoli

La campagna vaccinale resta sorvegliata speciale, ma i conti aziendali lasciano ben sperare per la ripresa economica. Negli Usa le richieste dei sussidi di disoccupazione scendono ai minimi da inizio pandemia

di Andrea Fontana e Flavia Carletti

La Borsa, gli indici di oggi 22 aprile 2021

5' di lettura

Le Borse europee hanno chiuso in buon rialzo grazie alle indicazioni positive arrivate dalla stagione delle trimestrali (Volvo, Asml, Renault, Nestlé tra le altre) e dai dati americani. Gli acquisti hanno premiato soprattutto le utility, i tecnologici e l'alimentare. I segnali incoraggianti sulla ripresa dell'attività economica sembrano al momento superare i timori per l'andamento della pandemia di coronavirus, nel giorno in cui l'India ha registrato il record assoluto di nuovi contagi quotidiani oltre quota 300mila e la Germania con quasi 30mila casi giornalieri è pronta ad attivare nuove restrizioni. La migliore è stata Madrid (+1,5%), mentre Piazza Affari è salita dell'1% circa nel FTSE MIB. Anche Francoforte e Parigi hanno chiuso con incrementi vicini a un punto percentuale.

Nell'incontro mensile con la stampa Christine Lagarde, numero uno della Bce, ha confermato le indicazioni fornite a marzo ai mercati: "Riunione Bce piuttosto interlocutoria in cui la Lagarde ha ribadito i concetti principali espressi nella riunione di marzo - commenta Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte Sim - Sulla crescita, la ripresa globale sta supportando l’area Euro ma rimangono rischi nel breve e nel primo trimestre il Pil è atteso in calo. L'inflazione avrà una accelerazione nei prossimi mesi e gli indicatori di inflazione basati su dati di mercato stanno evidenziando rialzo graduale".

Loading...

Bce, conferma bazooka anti-Covid ma alza ritmo acquisti

La Bce intende accelerare il ritmo degli acquisti di titoli del programma anti-pandemico nel secondo trimestre. Nella nota emessa dopo il meeting del consiglio direttivo, l'istituto ha confermato i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento, sulle operazioni di
rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50% e si attende che "si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finche' non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2%". Per quanto riguarda il Pepp (il programma di acquisto per l'emergenza pandemia, il consiglio direttivo ha lasciato invariata la dotazione di 1.850 miliardi con durata fino almeno a marzo 2022 e "in ogni caso, finche' non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus" e ha confermato un aumento significativo degli acquisti netti nel trimestre in corso. I reinvestimenti dei capitale rimborsato in ambito Pepp continueranno almeno fino alla fine del 2023. Per quanto riguarda gli acquisti in ambito Qe, questi continueranno al ritmo di 20 miliardi di euro al mese e il consiglio intende inoltre continuare a reinvestire, integralmente, il capitale rimborsato sui titoli in scadenza per un prolungato periodo di tempo successivamente alla data in cui inizierà a innalzare i tassi di interesse".

Lagarde, stampelle monetaria e fiscale ancora necessarie

"La nostra previsione e' che l'economia dell'eurozona tornerà ai livelli pre-pandemici a meta' 2022" ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde in conferenza
stampa a Francoforte. "Ovviamente la situazione sara' variegata con andamenti economici disomogenei tra i vari paesi e settori. L'economia dell'eurozona ha ancora molta strada da compiere prima di attraversare il ponte della ripresa - ha proseguito -Come ho detto la scorsa settimana l'economia avra' bisogno ancora a lungo delle due stampelle
rappresentate dalla politica monetaria e fiscale che devono complementarsi a vicenda".

Wall Street chiude in rosso, nonstante dati positivi su lavoro ed economia

Wall Street chiude negativa. Il Dow Jones perde lo 0,94% a 33.814,91 punti, il Nasdaq cede lo 0,94% a 13.818,41 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,92% a 4.134,95 punti. Sul fronte macroeconomico,sono arrivate buone notizie dagli Stati Uniti: le nuove richieste di sussidio di disoccupazione scendono al livello minimo da inizio pandemia. Nell'ultima settimana 39mila in meno rispetto a quella precedente a 547mila. Sopra le stime l'indice sull'attività economica misurato dalla Fed di Chicago. Il superindice dell'economia statunitense, redatto dal gruppo di ricerca privato Conference Board, è inoltre cresciuto a marzo dell'1,3% a 111,6 punti, dopo il -0,1% di febbraio e il +0,5% di gennaio. Le attese erano per un rialzo dell'1%.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...


In luce i semiconduttori e i titoli del lusso

Gli acquisti sul mercato azionario europeo hanno premiato i tecnologici, con i semiconduttori in luce dopo i numeri solidi di Asml che hanno portato gli analisti ad alzare i loro target sul titolo. A Piazza Affari ne ha beneficiato Stmicroelectron in una giornata che vedrà anche le trimestrali dei tech Usa (Intel in primis). In rialzo i titoli del lusso, con i numeri di Hermes che alimentano l'ottimismo, dopo quelli di Kering: e così Moncler è stata positiva prima di annunciare un incremento dei ricavi del 21% a 365 milioni di euro nel primo trimestre. Bene anche il comparto food al traino di Nestlé a Zurigo grazie alla crescita dei ricavi superiore alle attese degli analisti nel primo trimestre dell'anno. Deboli invece le banche, penalizzate dal calo del Credit Suisse dopo la trimestrale in rosso per 252 milioni di franchi e l'inattesa emissione di obbligazioni convertibili per compensare l'impatto sul patrimonio del crollo del fondo speculativo Archegos e della società di investimento Greensill. Il titolo della banca svizzera ha ceduto quasi il 2%. Il gruppo Renault ha registrato nel primo trimestre del 2021 un fatturato di 10 miliardi di euro (-1,1%), sui livelli quindi dello scorso anno all'inizio della crisi del Covid-19. Nei primi tre mesi del 2019, il gruppo automobilistico francese aveva segnato un giro d'affari di 12,53 miliardi e nel 2018 di 13,2 miliardi. Escludendo la russa Autovaz, il fatturato di inizio 2021 risulta per altro stabile a 8,6 miliardi di euro.

A Milano scatto di Nexi, sottotono Unicredit

A Piazza Affari la migliore è stata Nexi: il settore delle carte di pagamento (anche la francese Worldline ha corso dopo i conti trimestrali) è tornato vivace sulle due sponde dell'Atlantico sulla prospettiva della ripresa dei consumi con le riaperture: l'ufficio nazionale di statistica inglese ha sottolineato che le spese con carte di credito e di debito sono arrivate la scorsa settimana a livelli del 90% rispetto alla fase pre-pandemia. Sottotono tra i bancari Unicredit: nè i rumors su un incontro tra il ceo Orcel e l'a.d. di Banco Bpm Castagna, né la smentita arrivata da quest'ultimo istituto hanno saputo scuotere in positivo i titoli di Piazza Gae Aulenti al centro delle indiscrezioni per possibili acquisizioni. Sul fronte dei titoli dell'energia, S&P ha pubblicato i nuovi titoli ammessi nello S&P Gobal CleanEnergy Index, il riferimento principale per i grandi Etf che seguono le tematiche Esg: l'ingresso nell'indice di Enel, Erg e Falck Renewables ha spinto i tre titoli.

CreVal: si sgonfia il titolo, opa Agricole verso il successo

Si sono sgonfiati in Borsa i titoli del Credito Valtellinese poiché ormai gli acquisti non valgono più per poter partecipare all'opa che si chiude il 23 aprile. Credit Agricole Italia ha raccolto il 49,40591% del capitale del Credito Valtellinese, con una crescita di quasi 12 punti percentuali rispetto a ieri. Nella giornata di oggi, infatti, sono state apportate circa 7,82 milioni di azioni, per un totale di circa 33,8 milioni. Per il conteggio definitivo si
dovrà aspettare domani, ultimo giorno dell'opa ma, alla luce degli impegni ad aderire ricevuti da Agricole, la soglia del 50% dovrebbe essere - nei fatti - gia' superata. Con il 66,7% Credit Agricole avrebbe il controllo dell'assemblea straordinaria del Creval, raggiungendo il 90% potrebbe far scattare il desisting.

L'euro oscilla in area 1,20 dollari, debole il petrolio

Sul mercato valutario l'euro si conferma oltre quota 1,20 dollari anche dopo l'esito del consiglio direttivo della Bce. Il rapporto di cambio è ai massimi da inizio marzo. "Continueremo a seguire l'andamento del tasso di cambio in relazione alle sue possibili implicazioni per le prospettive di inflazione a medio termine" ha detto Lagarde in conferenza stampa.
Poco mosso il prezzo del petrolio che continua a risentire «da un lato dei timori legati alla domanda indiana, vista la situazione epidemiologica ancora in forte deterioramento, dall’altro del rialzo inatteso delle scorte settimanali di greggio Usa», dicono gli analisti di Mps Capital Services.

(Il Sole 24 ore Radiocor)

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti