mercati asiatici

Borse, Tokyo brilla (+1,81%) sulla scia del record del Dow Jones

dal nostro corrispondente Stefano Carrer

(Reuters)

1' di lettura

TOKYO - L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso in progresso dell'1,81% a 19.402,39 punti.

Il mercato azionario giapponese ha registrato un forte rialzo fin dall'inizio delle contrattazioni sulla scia del record del Dow Jones oltre quota 20mila, che ha influito positivamente sui mercati asiatici, nonostante il disagio di una parte degli investitori per le percepite tendenze protezionistiche della nuova Amministrazione Usa, che mantengono il dollaro sulla difensiva.

Loading...

In evidenza i titoli del settore finanziario, a partire dalle società di brokeraggio come Nomura Securities, ma con acquisti generalizzati dalle banche alle grandi compagnie di assicurazione. Eccesso di rialzo e sospensione per il titolo di Takata, non più considerata a rischio di portare i libri in tribunale.

Ondata di vendite, invece, su Fujitsu General dopo l'annuncio di risultati peggiori delle attese, con un calo del 76% dei profitti netti nei primi nove mesi dell'esercizio in corso. Male anche Line Corp, il cui titolo è sceso ai minimi dall'Ipo del luglio scorso in quanto il profitto operativo da 19,9 miliardi di yen nel 2016 non ha centrato le attese. Contenute le pressioni su Toshiba, dopo che il quotidiano Mainichi ha anticipato che il buco nei conti provocato dalle attività nel nucleare negli Usa sarà intorno ai 680 miliardi di yen (circa 6 miliardi di dollari): domani il gruppo dovrebbe decidere i piani di spin-off delle attività nei chip.

Mentre il governo giapponese è preoccupato dall'Amministrazione Trump, la data di un chiarimento è stata fissata, secondo le anticipazioni per il 10 febbraio, quando il premier Abe andrà a Washington per incontrare il nuovo presidente.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti