LA GIORNATA DEI MERCATI

Borse, Tokyo stabile (-0,07%) contiene le pressioni ribassiste da Pyongyang e cyberattacchi

dal nostro corrispondente Stefano Carrer

2' di lettura

– L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso oggi su livelli stazionari (-0,07%) a 19.869,85 punti, in una giornata in cui i mercati asiatici hanno mostrato ampie capacita' di resistenza a numerosi venti contrari, attestandosi mediamente sui massimi da circa due anni.
Gli operatori finanziari non si sono scomposti per il lancio di un piu' avanzato missile da parte della Corea del Nord, che ha poi dichiarato di esser ormai in grado di colpire il territorio continentale degli Stati Uniti con testate atomiche.

Ne' lo hanno fatto per la continua diffusione dei cyberattacchi, che hanno colpito grandi imprese asiatiche (Hitachi, ad esempio, ha ammesso che molte email aziendali stanno registrando problemi). Un impatto relativamente contenuto hanno avuto anche i dati macroeconomici inferiori alle attese arrivati venerdi' dagli Usa (su vendite al dettaglio e prezzi) e oggi dalla Cina (sulla crescita di produzione e investimenti in asset fissi). Lo yen si e' leggermente rafforzato, ma meno di quanto molti si aspettassero.
A Tokyo e' andato oggi sotto i riflettori, con forti escursioni, il titolo di Toshiba, che ha annunciato un bilancio di previsione non certificato con il quale pronostica il ritorno a un modesto utile di 50 miliardi di yen nell'annata in corso, dopo le perdite stimate in ben 950 miliardi di yen nell'esercizio concluso a fine marzo. Il rialzo delle azioni Toshiba, pero', e' frenato dagli ostacoli frapposti alla vendita della divisione chip da parte del turbolento partner Western Digital, che ha richiesto un arbitrato internazionale in California, sostenendo che il gruppo giapponese stia violando, nel processo di cessione, gli accordi presi con la costituzione di una joint venture in Giappone. L'arbitrato potrebbe trascinare la questione per oltre un anno, inceppando una maxicessione che per Toshiba e' urgente dopo il forte rosso generato alle attività' nucleari negli Usa.

Loading...

Sospesa dal trading per via di una pioggia di acquisti e' stata oggi Nomura Real Estate Holdings, dopo che nel weekend e' emerso che Japan Post Holdings sta considerando l'acquisto della societa' per fare del settore immobiliare un nuovo pilastro di crescita aziendale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti