ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Le Borse europee frenano nel finale, a Milano (+0,1%) balza Generali prima dei conti

Manifatturiero in calo nell'Eurozona, in Italia ai minimi da metà 020. Prosegue la stagione delle trimestrali in Italia. Riflettori sulle Banche centrali e sulle decisioni dell'Opec+ attese il 3 agosto. Spread chiude sui 221 punti

di Enrico Miele

La Borsa, gli indici del 1° agosto 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Il rallentamento della manifattura e il tonfo del petrolio, in scia ai dubbi sulla tenuta della domanda globale di energia, suggeriscono prudenza alle Borse europee, che chiudono in ordine sparso, rallentando sul finale, la prima seduta di agosto (dopo il forte recupero di luglio). La migliore è ancora una volta Milano, anche se chiude a un soffio dalla parità, trainata sempre dall’effetto trimestrali, la cui tenuta ha sorpreso in positivo i mercati. A passo svelto nella prima parte di seduta, gli indici hanno rallentato a causa della volatilità di Wall Street (che chiude poi in calo: il Dow Jones perde lo 0,14% a 32.799,18 punti, il Nasdaq cede lo 0,18% a 12.368,98 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,28% a 4.118,62 punti). Ma i motivi di tensione non mancano, dall'indice Pmi manifatturiero dell'Eurozona ai minimi da 25 mesi alla brusca frenata del greggio (il Wti sfiora -5% in chiusura) a causa del rallentamento dell’economia cinese, in attesa delle decisioni dei Paesi dell'Opec+ sui livelli produttivi, in agenda mercoledì. In questo clima, con lo spread intorno ai 220 punti, il FTSE MIB chiude con un mini-rialzo trainato dalla riscossa di Saipem e dal buon momento dei principali titoli bancari, con in testa Intesa Sanpaolo. In luce Generali alla vigilia dei conti, mentre chiude in fondo al listino la holding Exor dopo aver annunciato l'imminente addio a Piazza Affari per il trasferimento della quotazione ad Amsterdam. Tornando ai listini europei, hanno perso slancio sul finale, chiudendo in "rosso", il CAC 40 di Parigi, il DAX 40 di Francoforte, l'IBEX 35 di Madrid, l'AEX di Amsterdam e il FT-SE 100 di Londra.

Manifatturiero Ue in calo, ai minimi dal 2020 in Italia

Manifatturiero in rallentamento nell'Eurozona. L'indice Pmi è calato in luglio da 52,1 a 49,8 punti. Inoltre, in Italia l'indice Pmi manifatturiero è sceso a 48,5, il livello più basso da giugno 2020, dal 50,9 di giugno. «Il settore manifatturiero italiano ha dovuto affrontare ulteriori sfide a luglio, con un nuovo calo della produzione e dei nuovi ordini», ha affermato Lewis Cooper, economista di S&P Global Market Intelligence. Il dato è calato anche in Germania (da 52 a 49,3 punti) e in Francia (da 51,4 a 49,5 punti).

Loading...

A Milano al top le banche, recupera Leonardo

Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, Leonardo - Finmeccanica ha recuperato dopo lo scivolone di venerdì. Bene Saipem, Mediobanca e Intesa Sanpaolo in scia ai conti trimestrali, superiori alle previsioni, mentre Generali è in buon aumento alla vigilia dell'appuntamento con la pubblicazione dei dati di bilancio. In coda al paniere principale Cnh Industrial, la holding Exor, Davide Campari e A2a. Fuori dal listino principale, debutto brillante per Energy sul mercato Euronext Growth Milan di Piazza Affari: è la quattordicesima ammissione da inizio anno sul mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese e porta a 181 il numero delle società attualmente quotate su Egm.

A Wall Street brilla Tesla dopo l'accordo in Cina sulle batterie

Il titolo di Tesla sale a Wall Street d è tra i titoli migliori sullo S&P 500, dopo che la società di Elon Musk ha firmato dei nuovi accordi pluriennali con due aziende cinesi per la fornitura di materiali per le batterie elettriche, secondo quanto riportato da Bloomberg. Si tratta di Zhejiang Huayou Cobalt Co. e CNGR Advanced Material Co., che hanno firmato degli accordi sui prezzi delle loro forniture. Inoltre, secondo Bloomberg, gli investitori si aspettano che Musk venda altre azioni di Tesla entro la fine del 2022.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Spread chiude in calo a 221 punti, rendimento scende al 2,97%

Chiusura in calo per lo spread tra BTp e Bund. A fine seduta, il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco è indicato a 221 punti base dai 233 punti del finale di venerdì scorso. Si consolida la flessione del rendimento del BTp decennale benchmark che, a fine seduta, è tornato a varcare al ribasso la soglia del 3%, al 2,97%, dal 3,15% del closing della vigilia.

Negli Usa indice manifatturiero a luglio in linea con stime

L'indice sull'attività manifatturiera statunitense è calato a luglio in linea con le attese, con la lettura finale leggermente più bassa rispetto a quella preliminare e ai minimi degli ultimi due anni. Il dato - stilato da Ihs Markit - che ne misura l'andamento è sceso a 52,2 punti, dopo i 52,7 punti di giugno; gli analisti attendevano un dato a 52,2, dopo i 52,3 della lettura flash. A causare il rallentamento sono stati il calo della produzione, il primo dal giugno 2020, e quello dei nuovi ordini.

Euro in lieve rialzo, tonfo del petrolio

Sul mercato valutario, l'euro è in lieve rialzo a 1,0219 dollari da 1,0195 venerdì in chiusura. Il biglietto verde è debole nei confronti dello yen, a 132,53 (da 133,46), mentre il rapporto euro/yen è a 135,44 (da 136,06). In netto calo il prezzo del petrolio, mentre il mercato attende mercoledì il vertice Opec+ per la definizione dei livelli di produzione: il future ottobre sul Brent scivola del 3% sui 100 dollari al barile, -4% il Wti. In rialzo dell'1% a 193 euro per megawattora il prezzo del gas naturale sulla piattaforma Ttf di Amsterdam.

Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti