ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla giornata dei mercati

La paura del Covid mette ancora tensione alle Borse, Piazza Affari chiude a -1,5%

Nuova flessione per i mercati azionari: davanti ai continui incrementi di contagi non bastano i passi avanti nei test sui vaccini sia dell'Università di Oxford sia di Mosca. Petrolio torna a salire per possibile impatto uragano Zeta sul Golfo del Messico

di Andrea Fontana e Flavia Carletti

La giornata dei mercati

Nuova flessione per i mercati azionari: davanti ai continui incrementi di contagi non bastano i passi avanti nei test sui vaccini sia dell'Università di Oxford sia di Mosca. Petrolio torna a salire per possibile impatto uragano Zeta sul Golfo del Messico


3' di lettura

La paura per il costante aumento dei contagi da coronavirus e le ulteriori ricadute sull'economia per il moltiplicarsi dei lockdown continuano a pesare sulle Borse europee anche nella seduta del 27 ottobre, mentre Wall Street è in equilibrio all'indomani della netta flessione (-2,3% il Dow Jones) dovuta al nuovo record di casi negli Stati Uniti. Non bastano i segnali di speranza sul fronte dei vaccini - in particolare quello in preparazione dall'Università di Oxford in collaborazione con Astrazeneca ma anche l'annuncio russo sulla domanda di prequalifica all'Oms per il suo Sputnik V - e continuano a prevalere la volatilità e le vendite sui listini.

A perdere terreno sono soprattutto auto, energia e assicurazioni. E così Piazza Affari ha ceduto l'1,53% tornando ai minimi da un mese. Male soprattutto Parigi e Madrid con cali intorno al 2%. Madrid è stata la peggiore (-2,1%) dopo che il tasso di disoccupazione del terzo trimestre in Spagna è salito al 16,26%. Più contenuta la flessione di Londra, con il colosso petrolifero BP che ha ridotto le perdite nel terzo trimestre.

Loading...

Nasdaq sostenuto da maxi deal Amd-Xilinx, Tiffany corre

A Wall Street, oltre al bollettino dei contagi, gli investitori seguono con attenzione la stagione delle trimestrali: risultati migliori delle attese per tre blue chip come 3M, Caterpillar e Merck. Nel settore farmaceutico bene anche Pfizer, che ha battuto le stime con un utile di 72 centesimi ad azione su ricavi di 12,13 miliardi, inferiori alle attese. Il settore tecnologico è sostenuto dalla notizia che Amd acquisterà la rivale Xilinx per 35 miliardi di dollari. «L'incertezza dovuta alle imminenti elezioni presidenziali statunitensi, unita alla delusione per la mancanza di un nuovo pacchetto di aiuti fiscali, continua a intaccare la propensione al rischio degli investitori» aggiungono da ActivTrades.

Tornano a correre le azioni Tiffany grazie alle indiscrezioni sulla riapertura delle trattative con Lvmh: il gruppo francese aveva concordato l'acquisizione delle gioiellerie americane per poi fare dietrofront dopo il lockdown di primavera. Una mossa sfociata in una battaglia legale. Lvmh aveva acconsentito a pagare 135 dollari per azione, salvo poi sostenere che le ricadute della pandemia avevano ridimensionato il valore di Tiffany, minacciando di fare saltare l'accordo se non ci fosse stata una riduzione di prezzo. Secondo il Financial Times, il gruppo americano sarebbe ora disposto a trattare su un nuovo prezzo, purché superiore a 130 dollari per azione, e con la garanzia che Lvmh non chiederà ulteriori cambiamenti. Lvmh sarebbe pronta a discutere.

A Piazza Affari giù Bper e Pirelli, spicca Fineco

Tornando a Piazza Affari, tra i titoli le vendite hanno colpito soprattutto gli industriali e i bancari. In fondo al segmento principale hanno chiuso Bper (-6,25%), Pirelli (-4,51%) e Leonardo (-4,2%). La migliore del Ftse Mib è stata Finecobank. In controtendenza anche Campari, partita in sordina, ha accelerato dopo i conti: il fatturato del terzo trimestre è cresciuto permettendo ai risultati da inizio anno di contenere la flessione e di essere migliori delle attese. Buona reazione di Diasorin all'annuncio del lancio del nuovo test per la rilevazione dell'antigene Sars -Cov-2 sui pazienti sintomatici.

Atlantia giù prima di nuova offerta Cdp con "rebus" prezzo

Seduta in tono minore per Atlantia che ha ceduto oltre il 2%. Secondo Il Sole 24 Ore, il vero nodo della trattativa con Cdp per rilevare l'88% di Aspi è il prezzo e, secondo alcuni osservatori, servirebbe ancora tempo per trovare un accordo. Il cda di Cdp presenterà ad Atlantia una nuova proposta e, secondo gli analisti di Equita, «è importante verificare i tempi da parte del Mit per approvare il Pef e capire se Atlantia accetterà l'offerta di Cdp o continueranno le negoziazioni. L'accordo con Cdp eliminerebbe il rischio politico, risolverebbe il problema del debito nella holding e assicurerebbe flessibilità finanziaria ad Atlantia per asset rotation o per supportare Abertis».

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Petrolio recupera per impatto uragano Zeta

Il petrolio, alla vigilia in forte calo, recupera terreno, ma restano i timori sul fronte della domanda: i future del Wti dicembre salgono a 39 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza crescono a 41 dollari al barile. Gli analisti di Mps Capital Services ricordano «la formazione di un ennesimo uragano (chiamato Zeta) che potrebbe arrivare a breve sul Golfo del Messico, anche se le attese sono per danni piuttosto contenuti alla produzione».

Sul mercato valutario, il rapporto tra euro e dollaro è rimasto sostanzialmente stabile nell'area di 1,1830.

BTp, spread sale 132 punti. Rendimento 10 anni a 0,7%

Chiusura in rialzo per lo spread tra BTp e Bund sul mercato secondario telematico Mts dei titoli di Stato. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005413171) e il Bund ha terminato gli scambi a 132 punti base dai 130 punti base del finale di ieri. Stabile il rendimento del BTp decennale benchmark che archivia la seduta sui livelli della vigilia, allo 0,70 per cento.

(Il Sole 24 Ore - Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti