Il colosso tedesco

Bosch, fatturato a quota 71,5 miliardi (-8%), nel 2020

(REUTERS)

2' di lettura

Il gruppo Bosch ha presentato i risultati 2020, anno nel quale nonostante la crisi legata alla pandemia, ha raggiunto un fatturato complessivo pari a 71,5 miliardi di euro (-8% su base annua), con un risultato EBIT prima degli oneri finanziari pari al 2,3% a 2 miliardi. Nella tecnologia dei propulsori l'elettromobilità si sta affermando come attività principale di Bosch. La società sta effettuando ingenti investimenti in quest'area per ulteriori 700 milioni di euro solo quest'anno. Fino ad ora gli investimenti c complessivi nell'elettromobilità ammontano a cinque miliardi. Attualmente i ricavi delle vendite Bosch derivanti dai componenti elettrici dei propulsori stanno crescendo due volte più velocemente del mercato, quasi il 40%. L'obiettivo è quintuplicare le vendite annuali fino ad un totale di circa 5 mld entro il 2025 e raggiungere il pareggio un anno prima. «L'elettromobilità ha cessato da tempo di essere una scommessa sul futuro. I nostri investimenti iniziali stanno ora iniziando a dare i loro frutti» ha dichiarato il CEO di Bosch Volkmar Denner. Nel complesso a fine 2020 Bosch aveva acquisito ordini per oltre 20 miliardi di euro per l'elettrificazione delle auto. Inoltre nei primi tre mesi di quest'anno le vendite del Gruppo sono aumentate del 17% anno su anno. Per l'attuale periodo le vendite dovrebbero aumentare di circa il 6% su base annua, mentre il margine dalle operazioni dovrebbe migliorare leggermente fino a circa il 3-4%.

Tuttavia ciò dipende dagli effetti dei colli di bottiglia nei semiconduttori, difficili da valutare. Bosch si sta inoltre concentrando sul mercato dell'idrogeno, che ritiene nell'UE varrà quasi 40 mld entro il 2030 con tassi di crescita annui del 65%. Bosch sta sviluppando soluzioni di celle a combustibile fisse e mobili; dal 2021 al 2024 prevede di investire un miliardo nella tecnologia. Il piano è di mettere in funzione 100 impianti stazionari di celle a combustibile quest'anno che forniranno elettricità ad utenti come data center, produttori industriali e aree residenziali.

Loading...

Una cella a combustibile stazionaria a ossido solido situata nel centro di Bamberg in Germania è stata messa in funzione alla fine di marzo insieme a Stadtwerke Bamberg, l'azienda dei servizi pubblici della città. Bosch stima che il mercato dei componenti mobili per celle a combustibile varrà circa 18 mld entro la fine del decennio. «Abbiamo quello che serve per essere leader anche in questo mercato» ha detto Denner. Bosch ha recentemente stipulato una joint venture con la cinese Qingling Motor per la produzione di propulsori a celle a combustibile. Una flotta di prova di 70 camion sarà sulle strade entro la fine di quest'anno.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti