AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùborsa

Bper in altalena su aumento da 802 mln per sportelli Intesa

Fissate anche le date per il closing dell'operazione di cessione degli sportelli. La banca rivede al ribasso le stime di utile al 2021

di Chiara Di Cristofaro

default onloading pic

Fissate anche le date per il closing dell'operazione di cessione degli sportelli. La banca rivede al ribasso le stime di utile al 2021


2' di lettura

Seduta in altalena per Bper Banca, dopo che il cda ha definito i termini dell'aumento di capitale da 802 mln di euro per l'acquisto dei 523 sportelli da Intesa Sanpaolo. Il titolo, che ha aperto la seduta in calo del 4% e ha passato buona parte della seduta in coda al listino, ha recuperato nella seconda parte della giornata per chiudere in progresso dell'1,95% a 1,988 euro. L'entità dell`aumento di capitale (802 mln) è in linea con le attese, secondo gli analisti di Equita. I termini prevedono, nel dettaglio, 8 nuove azioni ogni 5 possedute, un prezzo di emissione di 0,90 euro, che implica uno sconto sul Terp del 31%. Il periodo di adesione sarà dal 5 al 23 ottobre mentre il periodo di negoziazione dei diritti sarà dal 5 al 19 ottobre.

Fissati i termini per la vendita degli sportelli, Bper rivede utile

Intesa Sanpaolo e Bper Banca, poi, hanno fissato i termini della seconda metà di febbraio 2021 per la cessione a Bper delle filiali di Ubi Banca e il secondo trimestre 2021 per le filiali di Intesa Sanpaolo. Il cda di Bper, tenuto conto della nuova tempistica, ha rivisto le stime dei target economico-finanziari del Ramo al 2021. In conseguenza di ciò, l’utile netto consolidato stimato della Combined Entity (Gruppo Bper inclusivo del Ramo) al 2021 è atteso pari a circa 350 milioni di euro, escludendo gli elementi one-off positivi e negativi dell’operazione e tenuto conto del contributo pro-rata del Ramo alla luce della nuova tempistica del closing.

Nella precedente stima, Bper prevedeva per il 2021 un utile netto consolidato della Combined Entity a circa 375 milioni in quanto, spiega la banca, in un primo tempo era prevista l'acqusizione delle filiali Ubi entro la fine del 2020 (e quindi il loro contributo sul conto economico nel 2021 veniva calcolato sui 12 mesi). Slittando l'operazione a fine febbraio, il peso delle filiali ora è calcolato solo su dieci mesi (cioè da marzo a dicembre 2021). Le stime di Npe ratio lordo e cost/income ratio della Combined Entity a fine 2021, infine, sono attese rispettivamente in area 9% e 60%, con un Cet1 ratio Fully Loaded atteso superiore al 13%.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti