TEcnologia e industria

Brasile, via libera alla joint venture tra Boeing ed Embraer

Boeing acquisisce una quota di proprietà pari all’80% per 4,2 miliardi di dollari

di Roberto Da Rin

default onloading pic
Boeing 777X (Afp)

Boeing acquisisce una quota di proprietà pari all’80% per 4,2 miliardi di dollari


2' di lettura

I due protagonisti sono Boeing e Embraer. Via libera alla partnership tra Stati Uniti e Brasile nel mercato aeronautico.
Boeing acquisirà una quota di proprietà pari dell'80% nella joint venture per 4,2 miliardi di dollari.
Il Consiglio amministrativo per la difesa economica (Cade) del Brasile ha dato l'ok all'acquisto da parte della Boeing dell'80% del capitale di Embraer, l'azienda brasiliana di costruzione di aerei considerata il terzo produttore del settore a livello globale, dopo Airbus e la stessa Boeing. Il valore dell'operazione è di 4,2 miliardi dollari.

Secondo il Cade, organismo indipendente legato al ministero della Giustizia, le due aziende non agiscono sugli stessi mercati e non esistono problemi di libera concorrenza conseguenti all'operazione. Al tempo stesso Embraer, in quanto partner strategico della Boeing, potrebbe avvantaggiarsene.
Il Cade ha analizzato le due fasi previste per l'operazione: l'acquisto da parte della Boeing dell'80% del capitale del settore dell'aviazione civile dell'Embraer - che comprende la produzione di velivoli commerciali di grande volume - e la creazione di una joint venture fra le due aziende per la produzione di un aereo di trasporto militare, il KC-390, nella quale il socio americano controllerà il 49% e quello brasiliano il 51%.
Il progetto tra Embraer e Boeing è già stato approvato l'anno scorso dal 96,8% degli azionisti dell'azienda brasiliana. Ma ora ottiene il “via libera” istituzionale.

La decisione verrà validata entro i prossimi 15 giorni a meno che non venga richiesta una revisione da parte dei Commissari Cade. La partnership ha ora ricevuto l'autorizzazione incondizionata da ogni giurisdizione normativa, ad eccezione della Commissione europea, che continua a valutare l'accordo.

I commenti sono stati questi: da parte americana Marc Allen, presidente di Embraer Partnership & Group Operations di Boeing, ha dichiarato: «Quest'ultima autorizzazione è l'ennesimo sostegno della nostra partnership, che porterà una maggiore concorrenza al mercato dei jet regionali, un miglior valore per i nostri clienti e opportunità per i nostri dipendenti».

Mentre sul fronte brasiliano il commento è stato questo: «L'approvazione da parte del Brasile dell'accordo è una chiara dimostrazione della natura pro-competitiva della nostra partnership», ha dichiarato Francisco Gomes Neto, presidente e Ceo di Embraer. «Non solo gioverà ai nostri clienti, ma consentirà anche la crescita di Embraer e dell'industria aeronautica brasiliana nel suo insieme».
La Boeing riparte quindi dopo un “annus horribilis”, con due aerei precipitati per cause ancora da precisare e i dubbi che hanno accompagnato lo stop del modello 737 Max.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti