Partnership

Breguet rinnova il suo legame con il mare e punta sul titanio

Prosegue il sostegno al progetto ambientale Race for Water

di Chiara Beghelli


2' di lettura

Un errore di appena un secondo poteva significare 400 metri di distanza dal punto di longitudine esatto . E nel XIXI secolo dalla navigazione marittima dipendevano intere economie e imperi. Abraham-Louis Breguet, che aprì la sua manifattura nel 1775 nella Parigi pre-rivoluzionaria, lo sapeva bene, tanto che mise a punto diverse innovazioni tecniche per la misurazione del tempo in mare: per questo, nel 1815 re Luigi XVIII lo nominò orologiaio ufficiale della Marina Reale Francese. Due anni dopo Breguet pubblicò un libretto di 23 pagine di le istruzioni di uso dei suoi orologi marini e per tutti questi meriti nel 1819 il re lo nominò cavaliere della Legion d’onore. Nel 1840, quando la maison era nel frattempo passata al figlio Antoine Louis, un orologio Breguet accompagnò l’ammiraglio Jules Dumont d’Urville nella sua esplorazione dell’Antartide.

Il legame di Breguet con il mare è dunque uno dei più antichi a caratterizzare la storia più che bicentenaria della maison ginevrina, dal 1999 marchio di punta del gruppo Swatch: il fondatore Nick Hayek sborsò una cifra considerevole per strapparlo a Investcorp, che a sua volta lo aveva rilevato nel 1987 da Chaumet (oggi nel portafoglio del gruppo Lvmh) e guidato atualmente dal nipote Marc.

Ma è già nel 1990 che Breguet decide di sottolineare il suo amore per la navigazione lanciando la collezione Marine, che nel tempo si è estesa e arricchita fino a diventare una delle più amate del marchio.

Quest’anno le novità non sono state presentate a Baselworld, poiché il gruppo Swatch nel luglio 2018 ha annunciato di non voler più partecipare alla fiera per presentare autonomamente i nuovi prodotti dei suoi 17 marchi: così, la nuova collezione Marine è tuttora protagonista di un tour mondiale di eventi speciali, che ha toccato Singapore, Corea del Sud e Malesia, con ultima tappa a Londra, dove è stata svelata con una serata-evento alla fine di ottobre al Chucs Café Serpentine, nel cuore di Hyde Park. Ogni tappa è stata anche l’occasione per fare il punto sull’importante partnership, lanciata nel 2018 e che durerà fino al 2021, con la fondazione Race for Water per supportare il suo viaggio in 35 tappe fra gli oceani di tutto il mondo: creatura dell’imprenditore franco-svizzero Marco Simeoni, la spedizione sta raccogliendo dati su come trasformare i rifiuti plastici marini in energia, grazie a una nave speciale alimentata da pannelli solari, energia eolica e idrogeno.

Quest’anno la collezione Marine di Breguet si è arricchita della “vestizione” in titanio del Marine 5517, il Marine Chronographe 5527 e il Marine Alarme Musicale 5547, con il metallo (dall’eccezionale resistenza all’aria salina e alla corrosione) che arriva anche sul cinturino con maglie sagomate singolarmente; e di nuove proposte femminili, impreziosite su quadrante e rotore da un nuovo motivo guilloché, chiamato “marea”, che riproduce il movimento naturale dell’acqua, realizzato dagli artigiani della manifattura in madreperla.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...