ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLavoro

Brembo contrasta il carovita con una una tantum di mille euro alle sue persone

La misura è rivolta agli oltre 4mila collaboratori italiani. Il presidente esecutivo Tiraboschi: «È un segnale di attenzione concreto»

di Cristina Casadei

3' di lettura

Nel sistema di premialità dell’industria metalmeccanica, spunta il caso di una misura una tantum il cui obiettivo è contrastare il carovita generato dalle attuali dinamiche macroeconomiche. La misura parte da Bergamo, dove Brembo ha deciso di riconoscere nella busta paga di maggio un contributo straordinario di mille euro lordi a ciascun collaboratore in Italia. Il valore complessivo stanziato dall’azienda è di circa 6 milioni di euro.

Un segnale concreto

La misura annunciata ieri è rivolta ai lavoratori italiani e cade in una fase in cui, come dice il presidente esecutivo Matteo Tiraboschi, «nel nostro paese il forte aumento del costo della vita sta incidendo in modo importante sul bilancio delle persone e delle famiglie». Per questo, continua il manager, «abbiamo voluto dare un segnale concreto a tutti i nostri collaboratori. Brembo ha sempre riposto particolare attenzione alle persone e anche in questa occasione vuole dimostrare loro la sua vicinanza», sottolinea Tiraboschi.

Loading...

Montaggio auto, stabilimento di Brembo a Curno, Bergamo

Una scelta apripista

Forte apprezzamento del sindacato. Il segretario generale della Fim Cisl, Roberto Benaglia, parla di «fatto concreto e positivo che lancia un segnale importante». Secondo quanto dice il sindacalista la società bergamasca fa da apripista su una misura che è allo studio anche in altri gruppi: «Abbiamo già notizie di altre aziende che si stanno muovendo nella stessa direzione di Brembo. È molto importante in questo momento complicato per il Paese e l’economia che oltre al dialogo con il Governo le parti sociali, direttamente, riescano a trovare soluzioni adeguate per sostenere la difesa dei salari in un settore importante come quello metalmeccanico». Si tratta «di un contributo positivo a una nuova politica dei redditi - aggiunge Benaglia - che deve vedere certamente da una parte il Governo impegnato in questa direzione con misure straordinarie di sostegno ma chiama, soprattutto, la contrattazione tra le parti ad attuare soluzioni concrete e immediate dove possibile».

La multinazionale dei sistemi frenanti

La società bergamasca, che è nata negli anni sessanta ed è specializzata nella produzione di sistemi frenanti, ha chiuso il 2021 con un giro d’affari di 2,777 miliardi di euro. Oggi ha oltre 12mila collaboratori nel mondo (il 10% sono ingegneri) di cui 4mila sono in Italia, suddivisi tra i siti di Stezzano, dove sorge anche l’headquarter, al Kilometro rosso, Curno e Mapello. A questi si aggiungono Brembo Sgl Carbon Ceramic Brakes e La.Cam.

Il welfare che nasce negli anni ’70

Guardando al trattamento economico complessivo dei lavoratori di Brembo, questa misura si aggiunge a un welfare già molto articolato. La sua storia nasce addirittura negli anni ’70 e si è evoluta di anno in anno, fino ad arrivare alla piattaforma aziendale digitale dove i dipendenti possono scegliere e decidere, in autonomia, se e come utilizzare anche il premio di risultato per acquistare beni e servizi.

La cultura del benessere organizzativo

Al di là degli aspetti più materiali, sono molti i temi su cui l’azienda lavora per sostenere le sue persone. Solo per citare alcuni esempi concreti, dal 2006 Brembo ha avviato lo sportello d’ascolto psicologico, rafforzato proprio in questi ultimi anni per contrastare le conseguenze della pandemia. Da diversi anni ha creato borse di studio con cui vengono annualmente premiati sia i dipendenti sia i loro figli. A sostegno delle famiglie ci sono diverse iniziative: il “Brembo Kids”, un centro estivo che ha l’obiettivo di favorire la conciliazione famiglia-lavoro dei collaboratori Brembo nei periodi dell’anno in cui le scuole sono chiuse, il Brembo for Family e il Brembo to You, che prevedono incontri, workshop e attività in favore dei dipendenti su famiglia, salute e prevenzione. Per avvicinare le generazioni è stato invece creato il Brembo Senior Club, che favorisce momenti di integrazione dei pensionati nella vita dell’azienda, mentre per sensibilizzare e coinvolgere tutti sulla salute e sicurezza, dal 2012 è attiva la certificazione “WHP”, che prevede incontri, workshop, attività legate alla promozione della salute sul posto di lavoro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti