industria

Brembo si rafforza in Pirelli e sale al 5%: «Terminato il processo d’acquisto»

Brembo rafforza la partecipazione in Pirelli arrivando alla soglia del 5%. A marzo la società aveva acquistato direttamente e indirettamente il 2,2%.

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

Brembo rafforza la partecipazione in Pirelli arrivando alla soglia del 5%. Lo comunica una nota della società che a marzo aveva acquistato direttamente e indirettamente il 2,2%. «Adottando un approccio non speculativo e di lungo periodo, Brembo ha deciso autonomamente di investire in Pirelli, azienda che per storia, brand, leadership e propensione all'innovazione rappresenta, come Brembo, un'eccellenza italiana particolarmente significativa nel settore di riferimento - riporta la nota - Brembo, sia direttamente sia tramite la società controllante Nuova FourB, ha terminato il processo di acquisto raggiungendo il 4,99% del capitale di Pirelli spa”.

L’impatto del Covid-19 sui conti

Brembo ha registrato utili netti per 20 milioni di euro nel primo semestre del 2020, in calo dell'83,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, mentre i ricavi sono scesi del 28% a 951,1 milioni. L'ebitda si è contratto del 47% a 143,3 milioni, l'ebit del 77,8% a 38,8 milioni. Al 30 giugno l'indebitamento del gruppo è cresciuto rispetto a fine marzo di 147 milioni arrivando a 597 milioni.

Loading...

A livello geografico, le performance delle diverse aree sono state influenzate dalla «tempistica di diffusione della pandemia da Covid-19 e dalla progressiva adozione delle misure di contenimento da parte delle diverse autorità governative», spiega Brembo. In Italia le vendite calano del 25,6%, in Germania del 32,5%, in Francia del 22,5% e nel Regno Unito del 40,5%. Nell'area asiatica, le vendite in India e Giappone calano rispettivamente del 43,4% e 12,1%, mentre in Cina diminuiscono di un modesto 2,4%, grazie ad una buona ripresa del mercato avvenuta nel secondo trimestre, che ha visto ricavi in crescita del 23,2%. Il mercato nordamericano (Stati Uniti, Messico e Canada) è in calo del 34,8%, mentre quello sudamericano (Brasile e Argentina) registra una flessione del 43,9%.

Le prospettive

«I risultati del primo semestre 2020 evidenziano come, in un contesto così sfidante, Brembo abbia dimostrato una significativa resilienza, preservando la qualità dei margini e la solidità finanziaria - è il commento del presidente Alberto Bombassei - Guardiamo al futuro con fiducia, potendo contare su solide fondamenta e su un programma ambizioso di sviluppo proiettato al lungo periodo,che ci permetteranno di tornare a crescere».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti