ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAutomotive

Brembo svela i freni con intelligenza artificiale

Con il sistema Sensify ogni ruota dell’auto frena in modo indipendente e sincronizzato, gestita da chip e software. Idraulica ridotta al minimo

di Mario Cianflone

(REUTERS)

2' di lettura

Un prima e un dopo. Nella storia della tecnologia di un settore industriale e delle aziende ci sono momenti che sanciscono la fine di un’era e l’inizio di un’altra. Nel 2008 lo schermo multitouch dell’iPhone fece cambiare pelle alla Apple, ma non solo: rivoluzionò l’intero settore della telefonia mobile e innescò il cambiamento epocale della app economy.

Frenata al silicio

Nel mondo dell’automotive la rivoluzione si chiama Sensify, è firmata da Brembo ed è un cambio radicale nei impianti frenanti, perché quello che una volta era idraulica e meccanica con un pizzico di elettronica ora diventa un device fatto di bit e intelligenza artificiale.

Loading...

Senza entrare nel tecnico, con Sensify, ogni ruota dell’auto frena in modo indipendente e sincronizzato, gestita da chip e software mentre l’idraulica è ridotta al minimo indispensabile. Il risultato: l’auto frena in un modo naturale e docile governata da una sensibile intelligenza di silicio.

Intelligenza artificiale a bordo

Ed è una trasformazione paragonabile all’Abs di Bosch del 1978; un’innovazione che cambiò l’industria rendendo le auto enormemente più sicure con miliardi di euro risparmiati in danni a cose e persone. Con Sensify lo stesso Abs diventa una sorta di App: un elemento software che al pari di altre funzioni può essere personalizzato dai costruttori o persino dall’utente.

Inoltre l’intelligenza artificiale di cui è dotato comprende le situazioni di pericolo, impara a conoscere le reazioni del guidatore e si adegua. Ed è intrinsecamente predisposto per la guida autonoma.

«Ci sono momenti in un’azienda - spiega Daniele Schillaci, amministratore delegato di Brembo - che cambiano il paradigma del business. Oggi con il lancio di Sensify è uno di quei giorni. La differenza tra Sensify e un convenzionale sistema (anche di tipo brake-by-wire) è la stessa che esiste tra un orologio ed uno smartwach. Siamo tutti d’accordo che esistono bellissimi orologi, ma è innegabile che uno smartwatch offra un’esperienza molto più ampia».

Lancio commerciale nel 2024

Il sistema frenante, sarà commercializzato a partire dal 2024, anticipa l’auto del futuro, connessa ed elettrica, ma anche il posizionamento industriale di Brembo, multinazionale con oltre 11mila dipendenti e oltre 2,2 miliardi di fatturato.

Sensify è il primo frutto della strategia «Turning Energy into Inspiration», che, lanciata un anno fa, punta a trasformare Brembo in un solution provider mediante un percorso evolutivo che ricorda quello delle tech company.

Non a caso l’azienda bergamasca dispone di un centro di ricerca situato proprio nella Silicon Valley e investe in ricerca e sviluppo circa il 6% del fatturato impiegando il 10% dei dipendenti in attività di R&D.

Brembo Sensify, tutte le foto del nuovo impianto frenante con intelligenza artificiale

Brembo Sensify, tutte le foto del nuovo impianto frenante con intelligenza artificiale

Photogallery14 foto

Visualizza

Sviluppo software sempre più strategico

L’era digitale, l’auto elettrica e la guida assistita stanno mettendo sotto pressione l’industria dell’auto e dei suoi componenti. «Stiamo affrontando - dice Schillaci - una sfida senza precedenti». In questa transizione epocale, i freni saranno tra le poche cose che resteranno ma occorre compiere un salto evolutivo che permetta di integrare passato e futuro: tecnologia digitale e meccanica. E questo cambia la fabbrica che si trasforma in un lab di produzione più vicino a quello dei computer e degli smartphone dove lo sviluppo software è strategico.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti