Attualità

Brescia: Porsche e reddito di cittadinanza, denunciate 117 persone

I finanzieri hanno individuato vari casi di percezione del reddito di cittadinanza pur in presenza di soggetti sottoposti a detenzione o destinatari di misura cautelare personale

Furbetti del reddito di cittadinanza con Porsche e Maserati, denunce da Nord a Sud

2' di lettura

I finanzieri del Comando Provinciale di Brescia, mediante una serie di attività di analisi (condotte anche con l'ausilio della componente specialistica del Corpo e in sinergia con l'Inps) e mirati accertamenti investigativi, hanno individuato e denunciato 117 persone che nella provincia hanno percepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto.

Oltre alla denuncia dei responsabili all'Autorità Giudiziaria, le Fiamme Gialle hanno provveduto a segnalare le risultanze investigative alla Direzione Provinciale dell'Inps, ai fini dell'immediata revoca dell'erogazione del beneficio e del recupero delle somme indebitamente incassate, ad oggi quantificabili in diverse centinaia di migliaia di euro.

Loading...

Inoltre, un’articolata operazione ha consentito di segnalare 61 persone per violazione delle disposizioni del decreto. I finanzieri hanno individuato vari casi di percezione del reddito di cittadinanza pur in presenza di soggetti sottoposti a detenzione o destinatari di misura cautelare personale. Tra questi, alcuni condannati in via definitiva per gravi reati, una persona straniera che oltre a essere stata colpita da misura cautelare degli arresti domiciliari è risultata proprietaria di 3 autovetture di lusso, tra cui una Porsche di recente immatricolazione e di elevato valore commerciale.

Ieri a Treviso accertati 116 irregolari

Nella giornata di ieri 7 ottobre La Guardia di Finanza di Treviso aveva accertato in capo a 116 persone l'indebita percezione di somme per oltre 700 mila euro, in ragione dell'assenza delle condizioni legittimanti la fruizione del reddito di cittadinanza.
I controlli, concentrati sulla veridicità dei dati contenuti nelle autodichiarazioni dei beneficiari, hanno consentito di rilevare appunto 116 posizioni irregolari, dislocate su tutto il territorio della provincia.

Tra loro uno nel periodo di fruizione del reddito di cittadinanza ha addirittura acquistato un lussuoso Suv Maserati ’Levante’, un altro ha vinto oltre 1,6 milioni di euro al gioco online senza comunicarlo all’Inps.
Per 45 persone, in gran parte cittadini stranieri, la causa della illegittima fruizione del beneficio è dovuta alla mancanza del requisito della residenza, tenuto conto che la legge prevede che il richiedente il sussidio debba essere residente in Italia da almeno 10 anni e che lo sia stato continuativamente negli ultimi due anni.
Tra i richiedenti sono stati individuati anche tre italiani iscritti all'Aire, che hanno falsamente attestato di essere residenti in Italia, al solo scopo di ottenere il beneficio economico.
Un coneglianese, emigrato nel 2011 in Venezuela, è rientrato in Italia nell'estate del 2019, presentando dopo appena due settimane l'istanza per accedere al Rdc.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti