0/0Europa

Brexit

(Photo12)

Se c'è un paese che in questi mesi è stato intransigente con la Gran Bretagna è proprio la Francia. Ai tavoli negoziali, i diplomatici del Quai d'Orsay sono severi con Londra, e rifiutano qualsiasi accomodamento nella decisione britannica di lasciare l'Unione. La strategia francese non cambierà con l'arrivo del nuovo presidente centrista all'Eliseo. E dire che proprio un predecessore di Emmanuel Macron, Georges Pompidou, fu strumentale all'arrivo del Regno Unito nell'allora Comunità economica europea. L'effetto Brexit si farà sentire soprattutto al momento della trattativa in vista del nuovo bilancio comunitario 2021-2028, a cui il Regno Unito non parteciperà. La Francia di Emmanuel Macron dovrà decidere se e come difendere i tradizionali vantaggi francesi nella politica agricola comune.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti