conferenza dei conservatori a birmingham

Brexit, May propone una sovrattassa sulla casa per gli stranieri

Johnson apre congresso Tory e silura la Brexit di May


2' di lettura

È già duello fra Theresa May e Boris Johnson nella giornata inaugurale, quella delle riunioni preparatorie, della conferenza annuale del Partito Conservatore di Birmingham. Un congresso dominato dai contrasti sulla Brexit, nonostante l’appello della premier «di riunirci per ottenere l’accordo migliore per la Gran Bretagna».

La premier britannica, forse anche nel tentativo di accontentare l’ala destra del suo partito, sta anche pensando all’introduzione di una tassa extra per gli stranieri che acquisteranno case nel Regno Unito. Secono quanto anticipato dal Sunday Telegraph, il governo sta studiando un’imposta di bollo compresa tra l’1 e il 3% destinata a individui e imprese che non risiedono fiscalmente nel Regno Unito. Una tale imposta, se confermata, potrebbe secondo gli analisti esercitare una ulteriore pressione al ribasso sul mercato immobiliare britannico. Secondo il governatore della Banca d’Inghilterra, Mark Carney, una Brexit senza accordo con la Ue (no-deal) potrebbe far scendere i prezzi delle abitazioni del 35 per cento.

Intervistata oggi dal Sunday Times e nel talk show domenicale Bbc di Andrew Marr, la May ha difeso la sua strategia negoziale per un accordo “semi-soft” di divorzio dalla Ue, varata nella riunione di Chequers, come «l’unico piano sul tavolo per portare a casa» la Brexit.

E contrattaccando sia nei confronti di Bruxelles, sia delle critiche interne: quelle del Labour di Corbyn, che auspica intese ancor più morbide, come quelle dei falchi Tory di Johnson, che al contrario le intimano di ripiegare verso un mero trattato di libero scambio con i 27. Entrambi i fronti - è l’accusa di May - fanno «giochi politici» e calcoli di potere sul futuro del Regno Unito. Pronta la controreplica dell'ex ministro degli Esteri, che sempre sul Times insiste: il piano di Chequers «è stato una follia» e l’atteggiamento di Theresa «è intollerabile».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti