musei britannici

British Museum in surplus nella gestione operativa 2018-19

di Maria Adelaide Marchesoni


default onloading pic
British Museum, Londra, Regno Unito, 16 febbraio 2019. Protesta “BP or Not BP - No War No War No War No War Warming”

3' di lettura

BP or not BP ? Alle critiche che da più parti sono state mosse al British Museum , oltre alle dimissioni quale membro del Trustee della scrittrice egiziana Ahdaf Soueif che protesta per ottenere una risposta all'immobilismo sul rimpatrio dei manufatti saccheggiati e sul nuovo quinquennio di finanziamenti della compagnia petrolifera BP , il museo ha risposto che: “il sostegno a lungo termine fornito da BP permette di pianificare in anticipo la sua programmazione e di portare le culture del mondo ad un pubblico globale attraverso mostre estremamente popolari e i relativi programmi pubblici” in considerazione del taglio dei contributi governativi.

Ma quanto ammonta il finanziamento? Non è possibile dare una risposta in merito alla cifra, ma secondo alcune informazioni il British Museum fa parte di un più ampio impegno quinquennale di 7,5 milioni di sterline da parte della compagnia petrolifera che sostiene anche la Royal Opera House , la Royal Shakespeare Company e la National Portrait Gallery fino al 2022. L'associazione BP o non BP?, attivisti contro il cambiamento climatico, stima che se questo finanziamento fosse distribuito uniformemente, ammonterebbe allo 0,3% del reddito annuo del British Museum. A sponsorizzare il British Museum anche altri gruppi come il gigante giapponese del tabacco JTI che finanzia un fondo per l'acquisizione di oggetti giapponesi moderni.

In merito agli oggetti e in particolare quelli della collezione del British Museum esposti nella mostra sponsorizzata da BP, «I am Ashurbanipal, king of the world, king of Assyria», visitata da 140mila persone, il museo risponde che: “sono stati raccolti e scavati con la piena conoscenza e il permesso del governo ottomano, che ha dato l’autorizzazione di esportare gli oggetti”. Altri preziosi oggetti in mostra sono stati ottenuti con prestiti da Armenia, Cipro, Francia, Germania, Italia e Russia per mostrare la vita e l'eredità dell'ultimo grande sovrano dell'Assiria.

La gestione 2018-19. È un surplus di 9,4 milioni di sterline il saldo della gestione operativa 2018-19 del British Museum ai quali si aggiungono 5,2 milioni di proventi da investimenti. In dettaglio i proventi operativi ammontano a 105,6 milioni e sono stati determinati da donazioni e lasciti ricevuti nel corso dell'anno per 18,1 milioni (15,9 milioni nel 2017-18), incluse donazioni e lasciti ricevuti da privati, trust, fondazioni e doni in natura. Altri 13 milioni di sterline, invariati nel 2017-18, sono stati generati da altre attività commerciali e 21,3 milioni di sterline (21,6 milioni nel 2017-18) da attività di beneficenza. Le risorse proprie sono in leggero calo a 32,4 milioni rispetto a 33,3 milioni dell'anno precedente. L'ammontare dei proventi operativi comprende 52,5 milioni di contributi governativi di cui 13,1 milioni di sterline in conto capitale (53,5 milioni, di cui 13,4 milioni di sterline nel 2017-18).

Le spese operative. La spesa totale del BM per l'anno è stata di 96,2 milioni di sterline (101,2 milioni nel 2017-18). La spesa per la raccolta fondi (donazioni e lasciti) è stata di 1,3 milioni di sterline (1,5 milioni nel 2017-18), per altre attività commerciali è stata di 9,2 milioni di sterline (9,6 milioni nel 2017-18) e gli oneri per le attività di beneficenza sono stati pari a 85,5 milioni di sterline (83,8 milioni nel 2017-18).

Riserve e Fondi. A seguito di una rivalutazione delle immobilizzazioni materiali per 81,1 milioni di sterline (54,8 milioni nel 2017-18) si determina un risultato finale portato a nuovo pari a 95,3 milioni e le riserve e i fondi aumentano a 1 miliardo di sterline (906 milioni nel 2017-18).

Retribuzione direttore. La retribuzione complessiva del direttore Hartwig Fischer è compresa tra 215mila e 22 mila sterline pari a otto volte (invariata) la retribuzione mediana della forza lavoro del museo, che è stata di 27mila sterline (2017-18, 25.800 £).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...