ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa giornata dei mercati

Un’altra seduta all'insegna delle trimestrali. Piazza Affari chiude in rialzo

Acquisti su Finecobank e Stellantis dopo i conti dei primi sei mesi dell'anno. Intesa Sanpaolo batte le attese degli analisti e, prima di chiudere in positivo, cambia più volte direzione

di Flavia Carletti

Aggiornato alle ore 22,14

La Borsa, gli indici del 4 agosto 2021

5' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Chiusura positiva per le Borse europee sull'onda delle trimestrali dei big continentali, in molti casi superiori alle stime degli analisti. Il deludente dato sull'occupazione Usa - in attesa del rapporto sul mese di luglio del dipartimento del Lavoro previsto per domani giovedì 5 agosto - ha solo temporaneamente frenato l'andamento degli indici europei che, dopo uno lieve sbandamento, hanno ripreso la strada del rialzo, mentre Wall Street resta sottotono (e chiude contrastata: Dow Jones -0,92%, Nasdaq + 0,13%, S&P500 -0,46%) dopo che ieri 3 agosto l'S&P500 ha registrato l'ennesimo record dell'anno. Secondo l'agenzia Adp, nel mese di luglio negli Stati Uniti il settore privato ha creato 330mila nuovi posti di lavoro, un numero ben inferiore alle previsioni che erano per la creazione di 653.000 posti di lavoro. A Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,53%, a Parigi il Cac40 lo 0,33% e a Francoforte il Dax30 lo 0,88 per cento.

Lo spread BTp/bund chiude in calo a 97 punti

Chiusura in calo per lo spread BTp/Bund. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark italiano e il pari durata tedesco segna al termine di seduta 97 punti base dai 104 punti del riferimento precedente.

Loading...

Wall Street in calo, delude l'occupazione settore privato

Procede in calo Wall Street, dopo la seduta positiva di martedì 3 agosto, quando lo S&P 500 ha ottenuto la 42esima chiusura record del 2021, con un guadagno dall'inizio dell'anno superiore al 17%. I risultati positivi delle trimestrali hanno cancellato i timori provocati dalla diffusione del Covid-19. Gli investitori seguono con attenzione i dati sul lavoro: il dato Adp sull'occupazione nel settore privato ha deluso le attese, guadagnati a luglio 330.000 posti di lavoro rispetto al mese precedente, ovvero la metà di quanto atteso dagli esperti. Giovedì e venerdì, attesi le nuove richieste dei sussidi di disoccupazione e il rapporto sull'occupazione di luglio.

Sul fronte azionario, Robinhood - piattaforma di trading online - continua a crescere con forza: guadagna oltre il 31%, dopo essere salito nella seduta di martedì 3 agosto del 24,2% a 46,80 dollari, per la prima volta sopra i 38 dollari dell'Ipo della scorsa settimana. Il titolo di Victoria's Secret sale dopo il +26,61% al debutto, dopo lo spinoff da Bath & Body Works (ex L Brands). General Motors è in calo, dopo utili inferiori alle attese nel secondo trimestre, comunque in netta ripresa rispetto a un anno fa. Gm ha alzato la guidance per l'intero 2021. Il titolo del New York Times sale del 10%, dopo che il gruppo ha riportato risultati superiori alle attese, con ricavi per 498,5 milioni contro i 403,8 di un anno fa e i 488 attesi dal consensus.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Banche sotto i riflettori a Milano, brilla ancora Stellantis

Tra i titoli, a Milano in evidenza Finecobank (+3,29%) all'indomani dei conti dei primi sei mesi dell'anno. I risultati semestrali sopra le attese hanno continuato a spingere anche Stellantis (+2,26%), che ha alzato la guidance 2021 con il mercato che apprezza l'accelerazione sull'elettrico messa in campo dall'amministratore delegato Carlos Tavares. In vista dei conti, che saranno pubblicati domani, acquisti anche su Banco Bpm (+2,29%), in una seduta volatile per Unicredit (+0,28%), aspettando novità sul fronte Mps quando questa sera il ministro dell'Economia, Daniele Franco, riferirà sul dossier, e per Intesa Sanpaolo (+0,58%), che ha più volte cambiato direzione: positivi i conti semestrali con il mercato che si aspettava però un acconto sul dividendo 2021 più elevato.

Trimestrali in focus anche in Europa:Commerzbank, la seconda banca tedesca, chiude il secondo trimestre dell'anno con una perdita di 527 milioni dovuta in gran parte agli accantonamenti per oltre 500 milioni per il piano di ristrutturazione che prevede esodi incentivati. Il primo semestre si chiude quindi con una perdita consolidata di 394 milioni (183 milioni l'utile del primo trimestre).

In rialzo i farmaceutici, deboli i petroliferi

Tra i migliori titoli del Ftse Mib anche Diasorin (+2,15%) che recupera dopo la debolezza nella seduta del 3 agosto. Rialza la testa anche Ferrari (+1,51%), penalizzata dalle vendite dopo la pubblicazione lunedì 2 agosto dei conti del primo semestre dell’anno. L’andamento positivo di Stellantis e Ferrari ha trascinato anche l’azionista Exor (+1,19%). Nel comparto farmaceutico, acquisti anche su Recordati (+1,33%), che ha fatto meglio del comparto europeo, con Sanofi a Parigi (-2,26%) e Bayer a Francoforte (-0,57%) che hanno registrato performance negative. Tra i tecnologici, bene St (+1,14%), con il gruppo tedesco Infineon che a Francoforte ha messo a segno la migliore performance del Dax30 (+4,4%), dopo la pubblicazione dei conti del terzo trimestre dell’esercizio. I buoni risultati semestrali hanno sostenuto Poste Italiane (+0,76%), in una seduta sottotono invece per Buzzi Unicem (-1,56%), che ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con conti superiori alle stime e ha rimodulato la guidance 2021. Con il prezzo del petrolio in calo - il contratto consegna Settembre sul Wti perde il 2,13% a 69,06 dollari al barile e quello di scadenza Ottobre sul Brent del Mare del Nord l'1,48% a 71,32 dollari al barile - hanno terminato le contrattazioni con segno meno Tenaris (-1,31%) e Saipem (-1%), quando Eni si è mantenuta poco mossa (-0,16%). Debole dopo i risultati Atlantia (-1,1%), che ha chiuso la prima semestrali senza Aspi con ricavi operativi a 2,8 miliardi di euro, in aumento del 14% per effetto della ripresa del traffico autostradale, con un Ebitda di 1,7 miliardi (+26%) e con un utile netto di pertinenza del gruppo di 34 milioni (dalla perdita di 772 milioni dell'anno scorso).

I servizi negli Usa vanno meglio del previsto

L'Ism servizi, l'indice che misura la performance del terziario negli Stati Uniti, è cresciuto a luglio più del previsto. L'indice di riferimento redatto dall'Institute for Supply Management è salito da 60,1 a 64,1 punti, contro attese per 60,5 punti. Da segnalare che un valore al di sopra della soglia dei 50 punti indica una fase di espansione della congiuntura. Guardando alle singole componenti, quella sull'andamento aziendale è passata da 60,4 a 67 punti, quella sull'occupazione è salita da 49,3 a 53,8 punti, punteggio che segnala un ritorno in espansione. Quella sui prezzi pagati è salita da 79,5 a 82,3; infine, la componente relativa ai nuovi ordini è salita da 62,1 a 63,7 punti

Il settore Ue dei servizi al top da giugno 2006, debole l'Italia

Sul fronte macro, l’indice pmi servizi dell'Eurozona a luglio ha registrato un'accelerazione a 59,8 da 58,3. Si tratta del valore più alto da giugno 2006, indicativo di «un forte tasso di crescita dell'attività». Delle quattro maggiori economie dell'eurozona, «la Spagna è stata quella che ha registrato la crescita più forte e l'Italia la più debole». La domanda interna e internazionale cresce al ritmo più forte degli ultimi 14 anni. Per l'occupazione si è ai livelli record degli ultimi tre anni. «Il settore dei servizi in Europa sta rinascendo» commenta il capo economista Chris Williamson.

Dalla Cina, rimbalzo a sorpresa dell'indice Ihs Caixin, risalito a 54,9 contro il 50,3 calcolato in giugno. Il dato ha spiazzato le più rosee previsioni degli analisti che scontavano alcuni fattori negativi per luglio come la ripresa della pandemia. L'indice pmi servizi in Cina torna quindi ai livelli di maggio dopo che a giugno aveva toccato il livello più basso da oltre un anno pur continuando a segnalare un'espansione dell'attività.


Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave della settimana? Andrea Franceschi, insieme ai colleghi della redazione Finanza e Risparmio, cura ogni settimana “Market mover”, un podcast disponibile su tutte le piattaforme ogni sabato mattina. Ascolta il podcast Market mover
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover



Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti