l’analisi dello scienziato

Burioni: ora niente panico, però subito quarantena per bloccare il virus

I casi sono solo sei, scrive lo scienziato, «ma non stupiamoci se ce ne saranno altri: quello che dobbiamo fare è bloccare ora l’ulteriore diffusione di questo virus»

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

I casi sono solo sei, scrive lo scienziato, «ma non stupiamoci se ce ne saranno altri: quello che dobbiamo fare è bloccare ora l’ulteriore diffusione di questo virus»


1' di lettura

«L’importante adesso è mantenere la calma» scrive l’immunologo Roberto Burioni sul suo sito, Medical Facts, da settimane molto attivo anche sui social con aggiornamenti a analisi con le notizie riguardanti la diffusione del coronavirus.

Continua lo scienziato: «Il nuovo coronavirus è in Italia e ci è arrivato esattamente nel modo in cui sin dall’inizio dell’epidemia vi avevamo detto potesse arrivare: un individuo proveniente dalla Cina che – praticamente asintomatico – ha infettato un italiano che, a sua volta, ha infettato altre persone».

Una ipotesi, quella del contagio da pazienti asintomatici, sulla quale Burioni aveva messo da tempo in guardia, eppure, scrive: «Ci hanno dato dei bugiardi e dei male informati». Allo stesso modo «abbiamo sempre sostenuto che l’isolamento delle persone provenienti dalla Cina fosse l’unico modo efficace per evitare il diffondersi del virus in Italia: ci hanno detto che eravamo allarmisti e fascio-leghisti. Ora spero che sia evidente che in entrambi i casi avevamo ragione».

Guardando avanti il messaggio dello scienziato è: «Niente panico». I casi sono solo sei, «ma non stupiamoci se ce ne saranno altri: quello che dobbiamo fare è bloccare ora l’ulteriore diffusione di questo virus. La modalità è semplice: tutti quelli che hanno avuto un contatto con le persone infettate devono stare in quarantena. Volontaria, obbligatoria, con la porta chiusa o con la porta aperta non importa. Tutti in isolamento per quattordici giorni. E lo stesso deve valere, senza alcuna eccezione, per chi viene in Italia dalla Cina, facendo scalo in altri aeroporti».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti