castiglioncello amarcord

C’era una volta il Circolo delle 4 gomme lisce di Mastroianni e Panelli

I 63 soci sono immortalati in un quadro con foto segnaletiche, nelle quali bisognava dimostrare di essere brutti. In quelle immagini scolorite e nei ritagli di giornale che tappezzano le pareti del garage è racchiusa l’epoca d’oro di questo luogo di vacanza di artisti, politici ed esponenti del mondo del cinema

di Nicoletta Cottone

Castiglioncello e il circolo delle 4 gomme lisce di Mastroianni e Panelli

3' di lettura

CASTIGLIONCELLO. «Per entrare nel circolo delle 4 gomme lisce bisogna essere senza cravatta e possibilmente brutti». In un’estate torrida di tantissimi anni fa, quattro amici, sentendosi usurati come quelle gomme lisce che hanno macinato chilometri e chilometri sull’asfalto, decisero di fondare un mitico circolo in una autorimessa a un passo dalla piazzetta di Castiglioncello. Il protocollo del circolo l’aveva steso Marcello Mastroianni in persona, gomma liscia numero uno e presidente onorario del club, la due era Paolo Panelli, la tre e la quattro Walter e Ampelio Ciucchi, i proprietari del garage e storici autonoleggiatori e autisti di villeggianti vip. Panelli, che di bricolage se ne intendeva, prese lima e seghetto e diede vita all’insegna in legno.

Il circolo nacque da un’idea di Panelli

«Il circolo nacque per iniziativa di Paolo Panelli - racconta Alessandra Ciucchi, figlia di uno dei fondatori, Ampelio Ciucchi - che diceva che erano già in età molto avanzata, non erano più pimpanti e allegri come una volta ed erano lisci come le gomme usurate dal tempo e dalla fatica».

Loading...

Le foto delle tavolate dinanzi al Circolo delle quattro gomme lisce: chi passava poteva sedersi e banchettare

Le foto segnaletiche dei 63 soci

I 63 soci sono immortalati nel garage in un quadro con foto segnaletiche, nelle quali bisognava dimostrare di essere brutti. In quelle foto scolorite e nei ritagli di giornale che tappezzano le pareti del garage è racchiusa l’epoca d’oro di Castiglioncello, luogo di vacanza di artisti, politici ed esponenti del mondo del cinema. Ci sono le foto delle scorpacciate al tavolaccio di legno, le colazioni condite da vinello locale, i rinfreschi a disposizione dei passanti e di chiunque volesse fare una chiacchera. Ritagli ingialliti che raccontano la storia di una Castiglioncello d’altri tempi, di anni ruggenti dove artisti, attori, sceneggiatori e registi avevano scelto il paese come buon retiro.

Le foto d’epoca e i ritagli di giornale raccontano l’epoca d’oro della Perla del Tirreno

Le bretelle di Marcello Mastroianni appese nel garage

Le bretelle di Mastroianni

Sul muro del garage, fra i cimeli, anche le bretelle di Mastroianni appese a un quadro. Il circolo era frequentato da Mastroianni e Panelli, con le rispettive mogli Flora Carabella e Bice Valori, ma c’erano spesso anche Delia Scala, Suso Cecchi D’Amico. Nelle foto sono immortalate anche le sorelle Kessler e Mina. Al circolo nel garage si scherzava tutto il giorno, si passavano momenti spensierati. Si chiacchierava, si apprezzava il passaggio delle signore, si giocava a carte. Nelle foto delle ultime annate ci sono anche Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni.

Le gemelle Kessler immortalate a Castiglioncello da un ritaglio di giornale d’epoca

Tavolate aperte a chi portava allegria e buon cibo

«Si ritrovavano per fare due chiacchiere - racconta Cristina Ciucchi, figlia di Walter Ciucchi - e la domenica davanti a colazioni molto abbondanti da consumare tutti insieme. Fuori era allestito un tavolo dove si fermavano tantissime persone, attori e non attori, personaggi importanti e non. Andavano bene tutti, basta che portassero allegria e un po’ di cibo buono». «Parlavano del tempo - aggiunge Alessandra Ciucchi - ma davano anche informazioni, perchè spesso l’ufficio ad hoc era chiuso. Insomma era un punto di ritrovo conosciuto da tutti».

Si seguiva il ciclo dell’ombra

Le cronache dell’epoca narrano che i componenti del circolo seguissero il ciclo dell’ombra: al mattino davanti al garage per una colazione collettiva e una chiacchera, nel primo pomeriggio al di là della strada e sul tardi di nuovo davanti al garage, seduti su panche e sedie a oziare, sospesi tra le scogliere e le colline verdeggianti intorno a Castigloncello.

Il circolo delle 4 gomme lisce creato a Castiglioncello da Marcello Mastroianni, Paolo Panelli, Walter e Ampelio Ciucchi

Un circolo diventato un must di Castiglioncello

«Il club delle gomme lisce - ricorda Licia Montagnani, assessore al Turismo e vicesindaco di Castiglioncello - nasce in una situazione divertente. Marcello Mastroianni e Paolo Panelli frequentando Castiglioncello in quel periodo, cercavano veramente una vita semplice. E attraverso l’amicizia con i fratelli Ciucchi amavano sedersi lungo via Fucini, davanti all’officina. E parlavano, forse pettegolavano, guardavano il passaggio. E si autodefinirono il club delle gomme lisce, che è diventato un must di Castiglioncello, un classico, quasi fosse un vero e proprio circolo culturale di intrattenimento».

Cercavano un vita semplice

Un castiglioncellese, frequentatore degli anni ruggenti, entrato nel garage per caso, mostra il vasetto per le cicche di Marcello Mastroianni, che era un grande fumatore. «Questo portacenere, che è un vaso - dice - lo portò lo stesso Marcello Mastroianni, gran fumatore, a cui non bastavano i normali portacenere».

Veduta del Castello Pasquini di Castiglioncello

La targa ricordo nascosta da hula hoop e salvagenti

«Castiglioncello ama ricordare che in questo luogo i grandi attori Marcello Mastroianni e Paolo Panelli passavano ore spensierate con gli amici del club delle 4 gomme lisce», recita una targa sul muro del garage che oggi è in parte un negozio di pesca e accessori marini. La targa è sommersa da hula hoop, salvagenti e canotti. E la saracinesca del garage, dopo la morte questo inverno dell’ultimo dei fondatori, Walter Ciucchi, è serrata e si apre solo per l’ingresso e l’uscita delle auto di famiglia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti