ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCaffè e ristorazione

Cafezal da Milano verso lo sbarco a Roma e Venezia. E poi punta all’Europa

Tasso di crescita del 125%, con un fatturato atteso nel 2023 di oltre 1,5 milioni: i due locali milanesi specializzati in specialty coffee sono anche ristorante, area per il coworking e coffee academy

di Natascia Ronchetti

Cafezal a Milano

3' di lettura

Dietro a una semplice tazzina di caffè si nasconde un intero mondo, tutto da scoprire. Ma dell'esistenza di quel mondo – molto variegato, anche sotto il profilo delle caratteristiche organolettiche – non c'è ancora piena consapevolezza.

«Parliamo di un prodotto che viene trattato come una commodity ed è invece complesso come il vino», dice Carlos Bitencourt, ingegnere di origine brasiliana che dopo aver vissuto tra Regno Unito e Germania, esercitando la professione di consulente manageriale, ha scelto di stabilirsi a Milano per dedicarsi alla sua passione. Il caffè, appunto. O meglio il suo top, costituito dagli specialty coffee, la cui qualità viene misurata da sommelier specializzati su una scala che va da 1 a 100: quando supera gli 80 punti si è di fronte all'alto di gamma.

Loading...

Cafezal, che in portoghese significa piantagione di caffè, è nata dall'idea di portare in Italia un altro modo di concepire un prodotto che troppe volte è dato per scontato: si pensa di conoscerne le sfumature ma non è così. L'azienda, che si compone di due caffetterie a Milano (una nel quartiere Brera, l'altra in viale Premuda) è in corsa. Entro la metà del 2023 sarà aperto un terzo store nel capoluogo lombardo, per poi procedere con l'espansione in altre città italiane – da Roma a Venezia – e in Europa.

Sì, perché l'idea ha attecchito, diventando un punto di riferimento per gli appassionati, ma non solo. Cafezal oggi non è unicamente una caffetteria con torrefazione, che serve anche il canale horeca, tra bar e hotel. È anche un ristorante, un'area per il coworking e soprattutto una coffee academy, dove imparare l'arte di assaporare il caffè e di individuarne i segreti.
Una avventura imprenditoriale iniziata nel 2018, che negli ultimi due anni ha conosciuto un tasso di crescita del 125%, con un fatturato atteso nel 2023 di oltre 1,5 milioni.

Bitencourt ha scoperto a Londra ciò che si cela dietro gli specialty coffee, che puntano tutto sulla qualità e sono il frutto dello sforzo dei produttori per valorizzarli E proprio in Paesi come l’Inghilterra o l’Australia (così come nell'area della Scandinavia) si sta facendo strada una nuova cultura che innesta sulla tradizione del caffè la scoperta di prerogative per tanti versi inaspettate.

«Anche in Italia c'è una tradizione forte e bella – spiega il fondatore di Cafezal – che però viene data per assodata: tutto è fermo alla macchinetta del caffè». Certo, virare su uno specialty coffee significa anche spendere di più: per una tazzina si va dai 2 ai 5 euro. «Ma il valore è giustificato – prosegue Bitencourt, alla guida di uno staff composto da 22 persone –. Il caffè, come materia prima, arriva dai Paesi equatoriali. Storicamente la manodopera nelle piantagioni non era formata per ottenere la massima qualità. Poi tanti produttori si sono impegnati per raggiungerla. In Italia non c'è mai stata consapevolezza della complessità di questo prodotto perché i torrefattori in larga maggioranza non hanno mai avuto interesse a spendere di più e perché non c'è ancora cognizione di cosa significa, in questo caso, alta qualità».

Lo store aperto da pochi mesi in viale Premuda è un vero e proprio centro di eccellenza per gli amanti del caffè. Pensato per essere vissuto da mattina a sera propone, con l'academy, corsi di formazione per neofiti e professionisti ma anche la possibilità di promuovere eventi che ruotano intorno al rito quotidiano della tazzina, a colazione o dopo pranzo e cena. E Bitencourt cura direttamente i rapporti con i produttori di specialty coffee. Ora l'ambizione è quella di affermare Cafezal come marchio leader in Italia e in Europa nel mondo della caffetteria moderna.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti