Studenti e ricercatori

Cagliari, università più internazionale con gli spostamenti virtuali

di Redazione Scuola

1' di lettura

L'Università di Cagliari ha avviato i primi corsi di didattica internazionale con mobilità virtuale all'interno dell'alleanza “European Digital UniverCity” (Educ). Si tratta delle attività previste dall'università europea di cui l'Ateneo cagliaritano è entrato a far parte, e che garantisce agli iscritti, ai docenti e ai ricercatori la mobilità (anche virtuale) tra le università che la compongono.

Coordinato dall'Università di Potsdam (Germania), oltre all'ateneo cagliaritano coinvolge anche le università di Parigi-Nanterre, Rennes 1 (Francia), Masaryk (Brno, Repubblica Ceca), Pecs (Ungheria).

Loading...

“Irony from the Perspective of Experimental Pragmatics” è il titolo del progetto coordinato da Francesca Ervas del Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia, ed è tra i primi 25 progetti selezionati dal network di università europee.

Sempre in collaborazione con l'Università di Pécs è stato avviato il progetto 'Intercultural Sensitivity' che vede coinvolte le docenti Ester Cois e Barbara Barbieri del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali. Gli ambiti didattici e di ricerca riguardano l'identità, la cultura, la globalizzazione con un focus sulla comprensione delle diverse culture e popolazioni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati