Emergenza Covid

Calabria e Veneto verso il giallo. Lombardia aggiunge oltre 1.200 posti letto

A rischio giallo anche Marche, Liguria e Lazio. Il Friuli Venezia Giulia prosegue la sua marcia verso l’arancione.

di Andrea Gagliardi

Covid, niente caffe' al banco per i no vax in Alto Adige

3' di lettura

È destinato a crescere entro Natale il numero di regioni in zona gialla. Dopo Friuli Venezia Giulia e Alto Adige, anche la Calabria si avvia lunedì prossimo ad abbandonare la fascia bianca. Un cambio cromatico senza impatto concreto nella vita dei cittadini (dal momento che le regole in zona bianca e gialla sono le stesse anche con il super green pass, a parte l'obbligo di mascherina anche all'aperto) ma che preoccupa in quanto rivelatore di un aumento di pazienti Covid ospedalizzati. Non solo. Si avvicinano al giallo anche Lombardia, Veneto e Lazio. Mentre il Friuli Venezia Giulia prosegue la sua marcia verso l’arancione.

Calabria verso la zona gialla

La Calabria ha già numeri da zona gialla. Malgrado un'incidenza di contagi al di sotto della media nazionale (siamo a 113 nuovi casi ogni 100mila abitanti, a fronte di una media di 171) i ricoveri in terapia intensiva sono saliti al 12% e quelli nei ordinari al 16 per cento. Entrambi i parametri per il passaggio in giallo sono stati dunque superati (rispettivamente 10% in rianimazione e 15% in area media). Se il trend non cambia il monitoraggio settimanale dell’Iss, venerdì prossimo, non potrà che certificare la zona gialla.

Loading...

Veneto in giallo entro un paio di settimane

A rischiare entro una o due settimane il giallo è anche il Veneto. Qui i contagi sono in forte crescita (359 casi settimanali ogni 100mila abitanti). Le terapie intensive sono già sopra soglia (al 12%) mentre i ricoveri ordinari hanno raggiunto quota 11%, con le terapie intensive al 12% e i ricoveri ordinari in crescita al 9 per cento. A lanciare l'allarme è stato lo stesso governatore Luca Zaia che, intervenendo il 7 dicembre a Mattino Cinque su Canale 5, ha detto che «se guardiamo in prospettiva e manteniamo questi incrementi quotidiani sicuramente per Natale il Veneto sarà in zona gialla».

Lombardia a rischio aggiunge oltre 1.200 posti letto

Tra le regioni più grandi che rischiano di lasciare a breve la zona bianca c’è Lombardia (167 casi settimanali ogni 100mila abitanti). Ma la Regione, di fronte a un tasso di occupazione dei reparti ordinari che stava per raggiungere la soglia critica del 15%, ha deciso di giocare la carta della riconversione dei posti letto in area medica. Nell’ultimo giorno sono passati da 6.688 a 7.945 (+1.257). E così, malgrado i ricoveri nei reparti ordinari continuino ad aumentare in numero assoluto (il 6 dicembre da 955 a 986), la percentuale di occupazione dei posti letto è scesa dal 14 al 12 per cento. Il che nulla toglie però al fatto che la fase sia delicata su questo fronte. Anche se è più lenta la crescita dei pazienti Covid in terapia intensiva (siamo a quota 8,2%).


Sotto osservazione anche Marche e Liguria

Non sta molto meglio il Lazio (184 casi settimanali ogni 100mila abitanti) con i ricoveri in area medica cresciuti al 12%. Anche qui le terapie intensive sono all’8% (dato cabina di regia, diverso da quello Agenas, più alto al 10 per cento). Situazione da monitorare anche in Liguria e nelle Marche dove le terapie intensive hanno superato (rispettivamente 11 e 14 per cento - dati cabina di regia) la soglia limite dei ricoveri. Mentre nei reparti ordinari il tasso di ospedalizzazione dei pazienti Covid è rispettivamente a quota 11 e 10 per cento.

ATTIVITÀ CONSENTITE SENZA/CON GREEN PASS “BASE”/”RAFFORZATO” DAL 6/12/2021 AL 15/1/2022
Loading...

Friuli Venezia Giulia corre verso l’arancione

Intanto il Friuli Venezia Giulia, prima regione a passare in fascia gialla, prosegue la sua corsa verso l’arancione. I contagi sono 379 ogni 100mila abitanti, con picchi a Trieste (696) e Gorizia (394). E la situazione è grave sia sul fronte dei ricoveri in terapia intensiva (17%) che nei reparti ordinari (24%). Le soglie che fanno scattare l’arancione (rianimazioni al 20% e area medica al 30%) non sono lontane. Se il trend non si inverte è possibile il cambio di colore entro fine anno.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti