Lo scontro in M5s

Calabria, Ventura: passo di lato contro strumentalizzazioni

L’annuncio della candidata alla presidenza della Regione Calabria indicata da Letta, Conte e Speranza

Maria Antonietta Ventura (Ansa)

1' di lettura

Il confronto all’interno dei Cinque Stelle tra il Garante Beppe Grillo e il leader in pectore Giuseppe Conte e le fibrillazioni che scaturiscono da questo braccio di ferro interno al MoVimento hanno spinto Maria Antonietta Ventura, candidata alla presidenza della Regione Calabria dopo il ritiro del consigliere regionale Dem Nicola Irto, sostenuta da Letta, Conte e Speranza, a fare «un passo di lato». Una mossa a sorpresa. Con la conseguenza che è tornata in alto mare l’alleanza Pd-centrosinistra-M5S che nella regione aveva portato, soltanto il 18 giugno scorso, all’indicazione dell’imprenditrice quale candidata dello schieramento.

Ventura: «Preferisco fare un passo di lato»

«Avevo deciso - spiega in una nota Ventura, presidente di Unicef Calabria e del Cda del Gruppo Ventura che opera nel settore dell’armamento ferroviario - di raccogliere l’invito a candidarmi e condurre una battaglia fiera e leale, a viso aperto, con parole chiare e proposte concrete per ridare dignità alla Calabria e orgoglio ai calabresi. Preferisco però, con dolore, fare un passo di lato per evitare che vicende, che -lo sottolineo con forza- non mi riguardano personalmente, possano dare adito a strumentalizzazioni che nulla avrebbero a che fare con il merito della campagna elettorale».

Loading...

Nazareno, scelta di sensibilità che rispettiamo

Il passo indietro di Ventura è una «scelta di sensibilità che rispettiamo». È il commento che arriva dal Nazareno, interpellato sulla vicenda.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti