Emergenza clima

Caldo: Italia infuocata fino a Ferragosto, sabato bollino rosso in 17 città

Caldo record anche a Napoli e Ancona, temperature ancora oltre i 40° in Sicilia e Sardegna. L’Ordine dei medici: «Ondate di calore sono emergenze serie»

Caldo record a Roma, la protezione civile distribuisce acqua ai turisti del Colosseo

3' di lettura

Infuocherà l'Italia da Nord a Sud fino al weekend di Ferragosto l'anticiclone Lucifero, come è stato battezzato dai meteorologi il responsabile dell'ondata di calore da record di questi ultimi giorni. E il peggio per il Centronord, finora toccato marginalmente dall'anticiclone, arriverà proprio entro domenica prossima. Il team del sito iLMeteo.it informa che il caldo rovente al Sud comincerà a smorzarsi gradualmente attestandosi attorno ai 36-39°C, al contrario aumenterà invece al Centro-Nord. A partire da venerdì 13 molte città italiane avranno il bollino rosso del ministero della Salute, che indica il massimo livello di rischio caldo per tutta la popolazione: previsti 37-38°C a Roma, Firenze, Bologna, Frosinone, Arezzo e Ferrara. Fino a 36°C a Mantova, Padova, Pavia, Alessandria, Macerata.

Sabato bollino rosso in 17 città

E sabato 14 agosto, vigilia di Ferragosto, arriveranno a 17 le città con bollino rosso (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Palermo, Perugia, Rieti, Roma, Trieste e Viterbo), con Napoli e Ancona 'new entry' nella lista. Domani 13 agosto, infatti, saranno 15 i centri urbani con il bollino rosso (oggi, giovedì 12 agosto, sono 10). Ad eccezione di Bolzano, Brescia, Cagliari, Firenze e Viterbo, oltre che di Napoli e Ancona, le altre città registrano almeno 3 giorni consecutivi di bollino rosso.

Loading...

Oltre 40° in Sicilia e Sardegna

Particolarmente colpite le isole maggiori. Secondo le previsioni del servizio meteorologico dell'Aeronautica militare, in Sicilia - che ieri ha toccato il record con gli oltre 48° di Siracusa - persistono condizioni di onda di calore con temperature massime al di sopra dei 40°c per le prossime 6 ore. Lo stesso in Sardegna, per le prossime 24 ore.

Umidità tropicale

Ma oltre al caldo ci si metterà pure l'afa a rendere la situazione ancora più difficile. Se le temperature continueranno a rimanere sopra i 28°C fino alle 22 di sera circa, l'umidità aumenterà proprio dopo il tramonto e si accentuerà nelle ore notturne, rendendo la notte a dir poco tropicale. Per quanto riguarda le previsioni, il sole prevalente sarà accompagnato da qualche isolato, ma piuttosto raro temporale sui confini dell'alto Adige e sulle Dolomiti bellunesi.

I medici: «48.8° fanno paura, ondate calore emergenze serie»

Gli oltre 48° raggiunti in Sicilia sono “un numero che fa paura, anche perché nella nostra società, che è complessa, non tutti hanno gli strumenti e le comodità per affrontare stagioni come queste con il termometro che sale così tanto. E le ondate di calore sono emergenze sanitarie serie: per noi medici rappresentano da sempre un grave problema perché aumentano la mortalità”. A dirlo è il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli. “Le ondate di calore sono un problema sanitario da gestire - continua - tant'è che anche il ministero della Salute ha approntato da tempo un programma per affrontarle, perché si correlano all'aumento del numero di morti in particolare tra gli anziani e i malati più compromessi”, ha detto Anelli. Un problema che tocca tutti e di cui tutti devono prendersi carico. “Bisogna favorire una cultura dell'One Health - aggiunge - considerando che qualsiasi alterazione dell'ambiente si ripercuote sull'alimentazione e la salute umana. Ognuno di noi deve imparare a considerare l'ambiente come una parte costitutiva della nostra società”. E agire di conseguenza su più fronti: “La riduzione dei consumi - elenca Anelli - l'utilizzo delle fonti energetiche alternative, l'inquinamento, l'uso degli antibiotici che alterano una serie di sistemi”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti