borsa

Caltagirone Editore vola a 1,5 euro, poche chance per riuscita Opa

di Andrea Fontana

1' di lettura

A cinque giorni dalla conclusione dell'opa finalizzata a togliere le azioni dalla Borsa, le Caltagirone Editore sfiorano gli 1,5 euro sul listino, una quotazione superiore del 50% al prezzo dell'offerta che annulla in pratica le chance di riuscita dell'operazione. Il titolo del gruppo che edita Il Messaggero e Il Mattino sale in doppia cifra 1,47 euro per azione.

La performance replica quanto avvenuto venerdì dopo le indiscrezioni di stampa sulla volontà di diversi fondi di investimento di assumere una posizione consistente nel capitale del gruppo editoriale romano in modo da contrastare il progetto di delisting a 1 euro per azione promosso da Francesco Gaetano Caltagirone attraverso il veicolo Chiara Finanziaria. I rumors sono stati confermati dall'aggiornamento delle partecipazioni diffuso da Consob che ha certificato come Amber Capital Uk sia arrivato a detenere il 5,515% mentre è emerso che la quota nelle mani della famiglia Benetton, pari al 2,2% circa, è già stata ceduta sul mercato.

Loading...

Il periodo di adesione si chiuderà con la seduta dell'8 settembre. Alla chiusura dei mercati di venerdì, le adesioni erano ferme a 61246 azioni su 33,8 milioni di azioni oggetto d'offerta, pari al 40% del capitale.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti