SPECIALE PITTI BIMBO

Camerette per bambini versatili e di design

di Giovanna Mancini

3' di lettura

Versatili, funzionali, colorate e adatte a un utilizzo assiduo e “intenso”, ma anche differenziato con il passare del tempo. Le camerette per bambini e ragazzi sono, a differenza di quanto si potrebbe credere, tutt’altro che facili da arredare.

Perché i figli trascorrono molte ore nelle loro stanze, quindi richiedono mobili resistenti, realizzati con materiali sicuri e performanti, e adatti alle tante attività che si possono svolgere al loro interno. E inoltre perché i bambini, e i ragazzi, crescono velocemente, cambiando abitudini, gusti e interessi. Il che implica la scelta di mobili e complementi in grado di adattarsi a esigenze che cambiano negli anni, senza dover mettere mano al portafoglio troppo spesso. La stanza dei ragazzi deve prevedere spazi per il riposo, per il gioco e per lo studio. Deve inoltre garantire tutte le caratteristiche di igiene e sicurezza che i genitori pretendono per i loro figli prima ancora che per se stessi.

Loading...

Novità. La linea Altea Book di Clei

Non solo: come spiega Giovanni Pozzi – titolare della comasca Dearkids, che dagli anni 70 produce arredi di alta qualità per bambini e ragazzi – anche i clienti più desiderano sempre più spesso vivere in ambienti il più possibile personalizzati e caratterizzati, proprio come avviene per le stanze degli adulti. «Una volta i clienti si accontentavano degli elementi base: letto, armadio e scrivania – dice Pozzi –. Oggi invece c’è una attenzione crescente ai dettagli e al coordinamento degli elementi che compongono una cameretta. Sempre più spesso, ricorrendo anche a terzisti, insieme ai mobili forniamo anche imbottiti, coperte o cuscini, oppure inseriamo nei mobili alcuni dettagli che si richiamano tra loro, in modo che la stanza sia ispirata a un unico stile». Tra le novità proposte dall’azienda, «Easy collection», una serie di piccoli elementi pensili componibili o la collezione Maki e Lino, sedia e tavolo disegnati con linee giocose da Filippo Mambretti, prodotte in multistrato di betulla e disponibile in differenti colori.

Cresce inoltre, anche nelle stanze dei bambini, l’attenzione alla ricercatezza dello stile e del design. A nomi di richiamo come Ferruccio Laviani, Piero Lissoni, Philippe Starck e Nendo è stata affidata per esempio la nuova collezione «kids» di Kartell, azienda del design che da un paio di anni ha lanciato anche una collezione di oggetti, complementi e pezzi speciali pensati specificatamente per bambini fra i 3 e gli 8 anni. Tra i nuovi prodotti 2017, l’automobile Discovolante di Lissoni, il cavallino a dondolo H-Horse di Nendo, la sedia Lou Lou Ghost di Starck e la lampada Fl/y di Laviani.

Guardando alle collezioni di camerette presentate all’ultimo Salone del Mobile di Milano, il principio che ispira un po’ tutti i produttori sembra essere lo stesso: sfruttare al massimo – e nel modo più originale e personalizzabile possibile – gli spazi spesso ridotti delle camerette, ospitando mobili che possono compattarsi o trasformarsi a seconda delle esigenze. È il caso delle soluzioni proposte da Clei per i più giovani, tra cui «Altea Book», un mobile che si trasforma in letto, divano, scrittoio e libreria. Anche Dielle (marchio del Gruppo Doimo, dal 1971 specializzata in camerette per ragazzi) propone soluzioni che uniscono funzionalità e design: «Ponte Extra Large», ad esempio, è pensata per ospitare due o persino tre letti estraibili, riuniti elegantemente in una parete, in grado di contenere anche un comodino.Oppure «Container&Castello», che in un piccolo spazio inserisce letti scorrevoli, cabina armadio e gradini-cassettoni.

Alla stessa necessità di creare ambienti funzionali, sicuri e insieme vivibili e adatti al gioco o allo studio sono ispirate le nuove collezioni 2017 presentate al Salone del Mobile da Doimo Citylife, altro marchio specializzato del Gruppo Doimo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti