NUOVI PIATTI DELLA TRADIZIONE

Campania felix, 3 cucine di eccellenza tra Napoli e Salerno

Accanto ai grandi nomi sta crescendo una folta leva di cuochi, già riconosciuti da critici e guide, che intende alzare l'asticella della ristorazione campana. Ecco un piccolo tour

di Fernanda Roggero


default onloading pic

3' di lettura

Campania, una regione destinata a conquistare la gola. Un po' ovunque la cucina rispetta tradizione e ingredienti, poi ci sono gli imperdibili, le punte di assoluta eccellenza. La Torre del Saracino - dove Gennaro Esposito, che non si fa distrarre dalla nuova apertura milanese, continua a offrire piatti perfetti e golosi -, Don Alfonso - ora saldamente nelle mani di Ernesto Iaccarino, seconda talentuosa generazione ai fornelli di Sant'Agata sui due Golfi -, Dani Maison - il “luogo” dove ha trovato piena e compiuta ispirazione Nino Di Costanzo.

Ma accanto ai grandi nomi sta crescendo una folta leva di cuochi, già riconosciuti da critici e guide, che intende alzare l'asticella della ristorazione campana. Ecco un piccolo tour tra Napoli e Salerno.

Le novità

La Locanda del Borgo è il ristorante di Aquapetra Resort a Telese. Un affascinante borgo in pietra immerso in venticinque ettari di bosco e uliveti. Lontano da tutto. Luogo ideale per dimenticare impegni, lavoro e grattacapi. Telese con le sue acque termali è a un passo ma pochi ospiti sentono l'esigenza di oltrepassare l'ingresso di questo villaggio frutto della fantasia (e dalla tenacia) del proprietario-architetto che in dieci anni ha trasformato una residenza pensata per la famiglia in un resort di fascino. Oggi le sue energie sono rivolte al progetto artistico: Aquapetra è residenza di artisti e già contiene opere site specific. Presto l'apertura di una galleria.

Aquapetra

Altrettanto entusiasmo è stato riposto nell'offerta gastronomica (da encomio la prima colazione con una “parata” di torte casalinghe davvero fuori del comune). Si è deciso di scommettere su un cuoco locale - Luciano Villani, forte di numerose esperienze anche all'estero - che due anni fa ha ottenuto la stella Michelin. Tanto crudo di pesce, attenzione ai vegetali e piatti della tradizione alleggeriti con grazia. Presto il ristorante gourmet avrà una sede separata in un angolo del borgo di grande suggestione.

George


Spostandosi a Napoli, dove già brilla la stella del Comandante, all'interno dell'hotel Romeo, una bella novità attende al Grand Hotel Parker's, indirizzo storico della città. Sontuoso e sussiegoso, fin dal 1870 il Parker's ha attirato ospiti stranieri e locali conquistandoli con una posizione incantevole e una vista mozzafiato sul golfo. La consapevolezza dei tempi mutati e la volontà di sbarazzarsi della patina vagamente fané che rischiava di appannarlo ha indotto management e proprietà a un cambio di rotta, soprattutto in campo gastronomico. Ecco quindi, un anno fa, approdare alle cucine del George, nel suggestivo roof garden, Domenico Candela. Napoletano, il giovane chef ha inanellato importanti esperienze in Italia e all'estero (dal Pellicano di Antonio Guida al Devero di Enrico Bartolini, passando per Le Taillevent di Alain Solivérès e il Pavillon Ledoyen alla corte di Yannick Alléno). Propone piatti intelligenti, freschi e giocosi, coadiuvato in quello che ha tutta l'aria di essere un percorso foriero di belle sorprese, da un personale capace anche di essere scanzonato.


Scendendo lungo la Costiera si arriva fino a Vietri sul Mare per incontrare un altro locale premiato dalla Michelin con una stella. È Re Maurì, anche questa volta all'interno di un complesso alberghiero, il Lloyd's Baia affacciato sul golfo di Salerno. Ai fornelli Lorenzo Cuomo, fiero della propria campanità, e “immune” per scelta da esperienze in cucine straniere. Ma grato per quanto ha potuto assorbire al Trussardi alla Scala, da Aimo e Nadia, alla Siriola e soprattutto al Capri Palace con il mentore Oliver Glowig. Sarà proprio lui a portarlo a Vietri. Azzarda accostamenti non scontati in piatti dove visivamente emerge la sua solida formazione da pasticcere. Una terrazza con gran vista romantica a destra, a sinistra i container del porto di Salerno donano suggestioni alla Martin Parr.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...