ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa classifica

Campioni dell’export: candidature fino al 23 settembre

Il Sole 24 Ore e Statista alla ricerca delle storie più belle di esportazione del made in Italy

di Laura La Posta

2' di lettura

AAA Belle storie di export cercansi. Il Sole 24 Ore e la società di analisi Statista sono alla ricerca delle migliori pratiche italiane di commercio estero. Per avanzare la candidatura al ranking Campioni dell'export 2023 basta essere i manager o gli imprenditori di un'impresa manifatturiera italiana che nel 2021 ha fatturato almeno un milione e mezzo di euro, generato per almeno il 30% dalle vendite estere (soglia percentuale, questa, non obbligatoria ma che ha consentito l'ingresso in classifica nella prima edizione dell'iniziativa). Il questionario è semplice e veloce da compilare ma il termine delle candidature è il 23 settembre 2022 e le mille preoccupazioni congiunturali (dalla guerra in Ucraina alle elezioni, dal rincaro delle materie prime alla difficile reperibilità di componenti, dai prezzi dei container e dei trasporti saliti alle stelle a quelli dell'energia che spaventano) possono far perdere di vista la scadenza. Invece tutte le imprese italiane forti esportatrici possono candidarsi come Campioni dell’export 2023 e vincere il diritto a fregiarsi del prestigioso sigillo.

La capolista in carica è una Pmi di Gela (Caltanissetta) che fattura una ventina di milioni: Ascot International, che genera all'estero oltre il 99% del suo giro d'affari. La società guidata da Michele Greca produce generatori e sistemi energetici alimentati a diesel e gas naturale o Lpg e inoltre sistemi ibridi fotovoltaico-diesel, costruiti in base alle specifiche del cliente. «Portiamo il made in Italy nei più grandi progetti di infrastrutture, in particolare di telecomunicazioni, a livello internazionale con soluzioni innovative – spiega l'imprenditore e Ad -. Lavoriamo per Vodafone e altri importanti gestori di telecomunicazioni, dall'Africa ai Paesi del Golfo. Esportiamo in oltre 60 Paesi e ci vanta di avere tutta la produzione rigorosamente made in Italy e di essere fortemente innovativi. Non a caso, stiamo lavorando su prodotti che impiegano l'idrogeno come fonte energetica e siamo stati i pionieri dei sistemi ibridi fotovoltaico-diesel. Campioni dell'export è una bella iniziativa, che ci ha regalato visibilità e soddisfazione incredibili. Per una Pmi siciliana senza uffici stampa esterni, si è trattato di un riconoscimento inaspettato, tanto più perché ottenuto grazie a un turnaround mentre eravamo sull'orlo della chiusura, durante il passaggio generazionale. Per fortuna, mio padre mi ha consentito di dare una svolta importante, basata sull'innovazione, sul made in Italy al 100%, sulla cura estrema dei clienti, sull'affidabilità assoluta, sull'export quasi integrale della produzione».

Loading...

Per candidarsi basta compilare un questionario online (www.statista.com/page/campioni-export). Statista e Il Sole 24 Ore inviteranno quasi 10mila imprese italiane a partecipare al bando, ma qualunque azienda in possesso dei requisiti può candidarsi, senza alcun gettone d’ingresso.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti