Locandina

CampZero appuntamenti gourmet per veri sportivi

di Fernanda Roggero


default onloading pic

2' di lettura

Siete sportivi ma anche gourmet? A Champoluc, Valle d'Aosta, c'è il posto che potrebbe fare per voi. CampZero - cinque stelle di design dal gusto internazionale e solido comfort - è stato pensato per una clientela “active”. Non a caso la grande sala che si apre all'ingresso del resort è dominata da una parete attrezzata per arrampicata alta 14 metri con 45 diverse “vie” di salita dove giovani ospiti (ma anche meno giovani) sfidano le proprie capacità atletiche oltre al dominio delle vertigini.
La vera sfida, però, è appena fuori. Dove campeggia una parete di ghiaccio - vero - per arrampicatori un po' meno improvvisati.
Per chi osa solo sugli sci sono previsti transfer sulle cime in elicottero e maestosi fuori pista. Del resto siamo a soli 5 minuti dai 180 km di piste del Monterosaski.

Ma poiché non di solo sport vive l'uomo, Claudio Coriasco, direttore dell'albergo e appassionato gourmet, ha organizzato una serie di appuntamenti golosi che portano a Champoluc il meglio dell'alta gastronomia. Il programma si chiama CampZero in tour, prevede aperitivi “montanari” sulle piste e poi cene eleganti in albergo. Ogni data del format va alla scoperta di una nuova baita in una originale maratona di eccellenze culinarie ad alta quota sulle più famose piste del Monterosa Ski. Si è iniziato il 22 febbraio con i fratelli Cerea del tristellato Da Vittorio di Brusaporto, e il prossimo appuntamento è per il 21 marzo con Flavio Costa, una stella Michelin a Ventuno.Nove di Piobesi d'Alba, che replicherà anche il 31 marzo.

Ma stasera sarà la volta di ELEMENTS: terra-fuoco-aria-acqua saranno i 4 elementi distintivi dell'aperitivo in chiave gourmet presso il Boulder Bar del resort. Ospite della serata Angelo Canessa, international bartender del gruppo Velier e l'aperitivo sarà realizzato a 4 mani da Emanuele D'Amico, resident di CampZero e Francesco Paita, bar manager del Santè di Champoluc, storico punto di ritrovo per l'alta mixology della valle.

Il resort ha all'interno anche un ristorante gourmet, il Summit, gestito con mano sicura dallo chef Luca Gubelli. Viene proposta una cucina eclettica che rispetta la tradizione valdostana ma non disdegna influenze esotiche. L'angolo della Champagnerie è dedicato all'incontro più classico tra bolle e ostriche (con escursioni meno scontate, tra foie gras e fassona piemontese)
Costruito tra il 2016 e il 2018, campZero è stato progettato con l'intenzione di coniugare design e innovazione, tradizione e sostenibilità, mantenendosi in armonia con il paesaggio in cui è immerso. circostante. A questo scopo è stato privilegiato l'uso di materiali naturali e autoctoni.

CampZero vuole essere montagna a 360 gradi. Con attività adrenaliniche per tutte le stagioni, dall'heliski all'ice-climbing, dal canyoning al parapendio, dal trekking all'e-bike. Tutte attività guidate da Rudy Perronet, alpinista e guida alpina da quando aveva 25 anni, membro chiave del team ricerca e soccorso del Monte Rosa.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...