fiere che verranno

Cancellata Tefaf New York, mentre Loop si farà

L’appuntamento di Barcellona dedicato alla videoarte conferma l'edizione 2020 in una nuova sede di fronte al mare, Liste conferma l’edizione fisica e anche in digitale

di Silvia Anna Barrilà

default onloading pic

L’appuntamento di Barcellona dedicato alla videoarte conferma l'edizione 2020 in una nuova sede di fronte al mare, Liste conferma l’edizione fisica e anche in digitale


2' di lettura

Nonostante a Barcellona aumentino i contagi da Coronavirus, la fiera per la videoarte della città catalana Loop ha annunciato che l'edizione 2020 si terrà dal 17 al 19 novembre. Per farlo, la fiera ha scelto una nuova sede (solitamente si tiene in un hotel, che permette di apprezzare i video comodamente nelle camere d'albergo, ma non di mantenere il distanziamento): il Museo di Storia della Catalogna, situato nel Palau del Mar, a due passi dal mare.
“Navigando attraverso l'incertezza con energie positive, quest'anno abbiamo deciso di spostare la fiera di fronte al mare, in un luogo storico della città, che ci consentirà di implementare le misure di sicurezza e igiene necessarie nel miglior modo possibile”. Così è scritto in un comunicato della fiera che cita il testo “Le sette conoscenze necessarie per l'educazione del futuro” (1994), in cui il filosofo francese Edgar Morin auspica un sistema educativo che stimoli un tipo di conoscenza capace di affrontare le sfide che definiscono il nostro individuo, culturale e sociale, e che permetta di “navigare negli oceani dell'incertezza attraverso arcipelaghi di certezze”. “Sebbene comprendiamo la complessità della situazione attuale, crediamo anche che sia essenziale continuare ad accompagnare quegli artisti e gallerie che, anno dopo anno, hanno plasmato l'arcipelago Loop, diversificato e creativo.”

Così come è ormai d'uopo e come stanno facendo altre fiere come Liste , oltre all'edizione fisica dal 17 al 20 settembre, ci sarà una versione digitale, con una piattaforma online progettata per soddisfare le esigenze specifiche delle immagini in movimento. “Insieme a questo oceano visivo, daremo un nuovo impulso al nostro programma della conferenza e ad altre collaborazioni digitali”.

Chi rinuncia
Decisione contraria, invece, è stata presa da Tefaf New York , che ha annullato l'edizione in calendario dall'1 al 5 novembre, dopo averla precedentemente già stata spostata dalla primavera all'autunno. Nonostante gli sforzi per immaginare una fiera rispettosa dei protocolli anti-Covid, l'organizzazione ha dovuto rinunciare (ricordiamo che proprio in occasione di Tefaf a Maastricht, i primi di marzo, c'erano stati almeno 25 casi di Covid-19 tra i galleristi partecipanti), ma ha affermato che rimborserà completamente i suoi espositori. Inoltre, la fiera sta lavorando ad un'iniziativa online, i cui dettagli saranno annunciati prossimamente.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti