made in italy

Carbonara con pomodoro e bacon: la ricetta del New York Times fa infuriare Coldiretti

L’associazione: «La carbonara è la punta dell'iceberg della falsificazione del Made in Italy a tavola che nel mondo ha superato i 100 miliardi di euro con gli Usa al primo posto»

La ricetta della carbonara “tarocca” pubblicata dal quotidiano Usa New York Times - Ansa

2' di lettura

Continua ad essere in agitazione il mondo del web e social dopo la pubblicazione della rivisitazione del New York Times della “carbonara”, grande classico italiano.

Il quotidiano americano propone nelle sue pagine rivolte ai lettori gourmand e dedicate ai suggerimenti di cucina la ricetta “Smoky Tomato Carbonara”, ovvero la carbonara di pomodoro affumicato.

Loading...

La ricetta del New York Times

Nel presentare il piatto il quotidiano ricorda che la specialità romana è «tradizionalmente fatta con parmigiano, uova, guanciale (maiale stagionato) e pepe nero», ma la versione consigliata utilizza la pancetta, poiché è ampiamente disponibile e «conferisce una bella nota affumicata». Sull'ingrediente dei pomodori viene riconosciuto che «non sono tradizionali nella carbonara, ma danno un sapore brillante al piatto».

Per la preparazione della salsa cremosa è invece consigliato di farla quando le uova crude vengono condite con la pasta calda, lontano dal calore diretto per evitare uova coagulate. È sottolineato che la procedura può essere complicata, ma il metodo usato è infallibile. In particolare viene consigliato di aggiungere un po' d'acqua calda di cottura per la pasta nelle uova sbattute e di condire la miscela di uova temperate nella pasta mescolando energicamente per poi avere una salsa liscia e lucida.

Punta dell’iceberg di un danno da 100 miliardi

«La carbonara al pomodoro è la punta dell'iceberg della falsificazione del Made in Italy a tavola che nel mondo ha superato i 100 miliardi di euro con gli Stati Uniti al primo posto». Lo afferma Coldiretti in riferimento alla pubblicazione sul New York Times della ricetta Smoky Tomato Carbonara, ovvero la carbonara di pomodoro affumicata.

L'organizzazione agricola sottolinea che «la versione inventata dal quotidiano Usa utilizza oltre al pomodoro il bacon al posto del guanciale mentre il Pecorino Romano viene sostituito dal Parmesan, una brutta copia Made in Usa del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano».

Tra le ricette sfregiate anche caprese e pasta al pesto

Coldiretti rileva che «la carbonara figura tra le ricette italiane più sfregiate all'estero con, ad esempio, l'abitudine di modificarla con l'impiego della panna senza il pecorino, ma tra le specialità più “tradite” ci sono anche - segnala l'organizzazione - la tipica caprese servita con formaggio industriale al posto della mozzarella di bufala o del fiordilatte, mentre non mancano i casi di pasta al pesto proposta con mandorle, noci o pistacchi al posto dei pinoli e con il formaggio comune che sostituisce l'immancabile parmigiano reggiano e il pecorino romano».

All’estero taroccati due prodotti italiani su tre

Coldiretti aggiunge che «la mancanza di chiarezza sulle ricette Made in Italy offre terreno fertile alla proliferazione di prodotti alimentari taroccati all'estero dove le esportazioni di prodotti agroalimentari tricolori potrebbero triplicare se venisse uno stop alla contraffazione alimentare internazionale che è causa di danni economici, ma anche di immagine». Conclude infine stimando che all'estero sono falsi due prodotti alimentari di tipo italiano su tre, con il mercato mondiale delle imitazioni di cibo Made in Italy che vale oltre 100 miliardi di euro.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti