Riassetti

Carige: 1,2 miliardi di Npl in vendita

di Carlo Festa

(Imagoeconomica)

1' di lettura

Il processo ha preso il via proprio in queste ultime ore. Il management di Carige, guidato dal nuovo Ad Paolo Fiorentino, ha scelto di esplorare diverse opzioni per il supo portafoglio di Npl. Dopo la cartolarizzazione su 940 milioni con l'utilizzo delle Gacs, le garanzie statali, su una prima tranche, su una seconda tranche da 1,2 miliardi l'opzione al momento prescelta sarebbe invece quella della cessione ai grandi investitori istituzionali. Il progetto che ha preso il via in questi giorni si chiamerebbe Project Sword, cioè progetto spada, con chiaro riferimento alla spada di San Giorgio, il santo dei genovesi.

Secondo quanto indicato da Debtwire in vendita ci sarebbe il portafoglio di Npl da 1,2 miliardi con relativa piattaforma. Circa 25 investitori (tra cui i maggiori fondi come Fortress, Cerberus e diversi altri) sarebbero stati invitati a partecipare al processo. Le prime offerte sarebbero attese in settembre. Circa il 70 per cento del portafoglio è costituito da prestiti secured, mentre il 30% unsecured. Inoltre la maggioranza dei prestiti ha assunto la tipologia di crediti problematici tra il 2013 e il 2014.

Loading...

In vendita c'è anche la piattaforma di gestione di Carige, denominata Gerica, acronimo di Carige. Sarebbe possibile fare offerte sia per il portafoglio di Npl sia per la piattaforma oppure separatamente. L'acquirente, in questo caso, avrà un accordo di gestione di 10 anni. Bain, secondo i rumors, starebbe seguendo Carige sull'operazione. Insomma, un'operazione di pulizia dei prestiti problematici dell'istituto genovese, che i manager di Carige hanno avviato in vista dell'aumento di capitale da 500 milioni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti