ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCREDITO

Carige, Malacalza scrive alla Bce: «Commissariamento da chiarire»

di Raoul de Forcade

Carige, il commissario Modiano: per salvarla bastano 400 milioni

1' di lettura

Malacalza Investimenti, azionista di riferimento di Carige col 27,5% delle quote, vuole chiarimenti dalla Bce sulle ragioni che hanno portato al commissariamento della banca e chiede alla Vigilanza tutta la documentazione relativa all’operazione, anche per tenere aperta la possibilità di un eventuale ricorso alla Corte di giustizia europea. In una lettera in inglese indirizzata a Bce e Banca d’Italia (e inviata in copia anche a Consob), Mattia Malacalza, ad della società, chiede, tra l’altro, «una copia integrale della decisione» anche «perché si possa dare corretto avvio al limite temporale di due mesi previsto dall’articolo 263(6) del Tfeu».

Cioè il trattato europeo che include la possibilità di un ricorso alla Corte di giustizia europea. I Malacalza chiedono anche copia della documentazione pertinente a Carige dal 30 novembre 2018 (data in cui il cda ha inviato il capital conservation plan a Bce) al 2 gennaio 2019, data del commissariamento.

Loading...

L’articolo completo sul Sole 24 Ore oggi in edicola.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti