ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùbanche

Carige, ok della Bce al piano di salvataggio: il 20 settembre l’assemblea straordinaria

Secondo quanto si apprende, Francoforte ha autorizzato i commissari straordinari a convocare l’assemblea degli azionisti - prevista il 20 settembre- per deliberare sul piano di rafforzamento patrimoniale di Carige che prevede un aumento di capitale da 700 milioni e l’emissione di un Bond subordinato da 200 milioni di euro

di Andrea Fontana


default onloading pic

2' di lettura

È attesa a breve, nella serata di lunedì o al massimo martedì 20 agosto, la convocazione dell’assemblea straordinaria di Carige. La Bce ha dato «luce verde» ai commissari e i soci, nelle attese, saranno chiamati ad esprimersi sull’aumento di capitale il 20 settembre. Il piano è pronto ma i soci devono approvare il rafforzamento patrimoniale e perché vada in porto dovrà presentarsi almeno il 20% del capitale e dovranno esprimersi a favore almeno i 2/3 dei presenti.

È matematica: il voto dei Malacalza, primi azionisti con il 27,6%, è indispensabile. La precedente assemblea, quella dello «strappo» a sorpresa dell’industriale genovese, si era regolarmente costituita con il 41% del capitale rappresentato. Aldo Spinelli (1%) si è già detto pronto a fare la sua parte mentre Raffaele Mincione (sotto il 5%) forse non sottoscriverà l’aumento, ma ha garantito il suo appoggio all’operazione in assemblea. La grande incognita resta sempre l’intenzione di Vittorio Malacalza.

C’è il via libera della Bce al piano di salvataggio di Banca Carige. Secondo quanto si apprende, Francoforte ha autorizzato i commissari straordinari a convocare l’assemblea degli azionisti per deliberare sul piano di rafforzamento patrimoniale che prevede un aumento di capitale da 700 milioni e l’emissione di un Bond subordinato da 200 milioni di euro.

Sarà però necessario il voto favorevole degli azionisti nell’assemblea che molto probabilmente si terrà il 20 settembre (la convocazione ufficiale è attesa nei prossimi giorni).

Il 9 agosto è stato firmato l'accordo per la soluzione privata nel salvataggio di Carige. Il Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd), lo Schema volontario di intervento del Fitd (Svi), la Cassa centrale banca - Credito cooperativo italiano (Ccb), la Società per la gestione delle attività (Sga) e altre istituzioni finanziarie concorreranno al rafforzamento patrimoniale del gruppo. Ci sarà, ricorda una nota, un aumento di capitale da 700 milioni (313,2 milioni allo Svi, 63 milioni a Ccb; 85 milioni agli attuali azionisti della Banca in proporzione alla percentuale di capitale detenuta; 238,8 milioni al Fitd). Verranno emessi warrant e un nuovo prestito subordinato classificabile come strumento di capitale Tier2 per 200 milioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...