Carburanti, dal tetto agli aumenti al bonus: tutti gli strumenti in campo per fronteggiare i rincari

5/7Attualita

Caro carburanti/Rinnovo dei buoni benzina

(ANSA)

Vengono rinnovati anche per il primo trimestre del 2023 i buoni benzina. Il valore dei buoni ceduti dai datori di lavoro privati ai lavoratori dipendenti, nel limite di euro 200 per lavoratore, non concorre alla formazione del reddito da lavoro dipendente. Considerato che la norma è volta a indennizzare i dipendenti di datori di lavoro privati dei maggiori costi sostenuti a seguito dell’aumento del prezzo dei carburanti, i buoni possono essere corrisposti dal datore di lavoro da subito, senza necessità di preventivi accordi contrattuali. Per ottenerli non è necessaria alcuna domanda da parte del dipendente: sarà il datore di lavoro a decidere se erogarli e di che importo.

In Cdm sono state approvate alcune modifiche al decreto sulla trasparenza dei carburanti: in particolare “è stato prorogato al 31 dicembre 2023 il termine entro il quale il valore dei buoni benzina ceduti dai datori di lavoro privati ai lavoratori dipendenti, nel limite di euro 200 per lavoratore, non concorrerà alla formazione del reddito da lavoro dipendente”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti