ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMECCANICA

Carraro, trimestrale sotto attacco degli hacker

Il cybercrimine affrontato dal gruppo padovano lo scorso fine settembre provoca uno slittamento di 15 milioni di ricavi al trimestre successivo e rovina i risultati del periodo

di Matteo Meneghello

default onloading pic
(White Fox / AGF)

Il cybercrimine affrontato dal gruppo padovano lo scorso fine settembre provoca uno slittamento di 15 milioni di ricavi al trimestre successivo e rovina i risultati del periodo


2' di lettura

Il conto dell’hacker è di 15 milioni per Carraro. L’attacco informatico della fine del mese di settembre, pur non avendo provocato danni diretti, impatta sulla trimestrale e in particolare sui ricavi. Anche se i 15 milioni mancanti all’appello, spiega la Carraro, slitteranno alla prossima trimestrale.

Dopo la fase di rallentamento dei mercati conseguente al lockdown, il terzo trimestre «ha registrato volumi in ripresa - si legge in una nota del gruppo - grazie al recupero del portafoglio ordini prefigurato ad inizio anno, prima dell’inizio della crisi sanitaria». E anche la visibilità sugli ordinativi del quarto trimestre «evidenzia un’accelerazione della domanda - prosegue l’azienda - le cui dimensioni dipenderanno dall’evoluzione della situazione pandemica».

Loading...
Innovation days Il Veneto che riparte


Il risultato del terzo trimestre è stato però, come detto, negativamente impattato da un attacco informatico che ha colpito l’infrastruttura It del gruppo e ha portato alla decisione di interrompere precauzionalmente i sistemi informativi negli ultimi giorni del mese di settembre. «Ciò - spiega l’azienda - ha impattato sui risultati di tale periodo facendo slittare parte del fatturato al trimestre successivo, per un importo stimato in circa 15 milioni»». L’effetto negativo, a oggi è recuperato. I sistemi It sono stati ripristinati e sono tornati sostanzialmente alla normalità a livello globale».

La temporanea interruzione dei sistemi It ha però come detto determinato lo slittamento di 15 milioni di euro di fatturato al trimestre successivo con impatti negativi sulla redditività. Il fatturato del terzo trimestre è stato pari a 109,4 milioni (- 11,2%) e quello dei nove mesi pari a 325,3 milioni (-23,4%). Le previsioni per l’intero esercizio 2020 rimangono positive con un risultato in miglioramento rispetto al primo semestre, seppur in contrazione rispetto all’anno precedente a causa del minore fatturato complessivo dell’anno. L’Ebitda del trimestre si attesta a 6,5 milioni rispetto ai 7,3 milioni del medesimo periodo dell’esercizio precedente, allineato allo stesso in termini percentuali (5,9% sul fatturato). L’Ebitda progressivo rettificato in valore relativo si attesta a 17,7 milioni (5,4% sul fatturato) rispetto ai 35,6 milioni (8,4% sul fatturato) del medesimo periodo del 2019. La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2020 è a debito per 147,2 milioni, in miglioramento rispetto ai 166,6 milioni dello stesso periodo dell’anno prima; nel trimestre il gruppo Carraro (produce sistemi di trasmissione per veicoli off-highway e trattori specializzati) ha proceduto, per il tramite della controllata Carraro International SE, all’emissione di un prestito obbligazionario per 150 milioni finalizzato a sostenere un programma di crescita dimensionale e sviluppo tecnologico.

«La buona partenza del terzo trimestre, conseguente alla ripresa degli ordinativi post lockdown, è stata in parte vanificata dal pesante attacco informatico» spiega il presidente Enrico Carraro, sottolineando però che gli effetti negativi «verranno completamente riassorbiti nel corso del quarto trimestre che si presenta già con volumi in crescita e le
previsioni per l'intero esercizio 2020 rimangono positive con una redditività buona».

La società padovana ha annunciato infine l’uscita dell'amministratore delegato Alberto Negri, anticipata rispetto alla naturale scadenza del triennio. La guida operativa del gruppo passa al direttore generale Andrea Conchetto che per cooptazione entra a far parte del consiglio di amministrazione.


Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti