coronavirus

Coronavirus, carta d’identità elettronica e telefonino per parlare con la Pubblica amministrazione

La app CieId permette di raggiungere i servizi della pubblica amministrazione senza bisogno di lettori contactless

di Antonello Cherchi

default onloading pic
(AdobeStock)

La app CieId permette di raggiungere i servizi della pubblica amministrazione senza bisogno di lettori contactless


2' di lettura

Si chiama CieId l'applicazione che permette di accedere direttamente dallo smartphone ai servizi digitali della pubblica amministrazione utilizzando la carta d'identità elettronica (Cie). Con la nuova modalità, lanciata in questi giorni da ministero dell'Interno e Poligrafico dello Stato, si potranno, per esempio, raggiungere le prestazioni previdenziali dell'Inps o quelle sanitarie e anagrafiche di regioni e comuni che già accettano la Cie come credenziale di accesso.

Accesso diretto
La novità del nuovo strumento risiede nel fatto che per identificarsi l'utente non avrà più bisogno di un dispositivo contactless collegato al computer e in grado di “leggere” la carta di identità elettronica, ma potrà fare tutto attraverso il telefonino dotato di interfaccia Nfc. La novità è già disponibile per il sistema Android e a breve lo sarà anche per i sistemi Ios. Fondamentale è che si sia in possesso di una carta di identità elettronica 3.0, quella che sul retro non ha la banda ottica.

Come si fa
Si deve scaricare l'app CieId e registrare la propria carta d'identità elettronica inserendo il pin di otto cifre – la prima metà del pin è rilasciata dal comune quando si richiede la Cie e la seconda metà alla consegna della carta – e avvicinare la Cie al telefonino. Completata l'operazione, si accede al servizio della Pa di cui si ha bisogno, dove si può visualizzare l'icona “Entra con Cie”, che consente di aprire l'app CieId. A quel punto si deve inserire la seconda parte del Pin e accostare la carta allo smartphone. Terminata l'identificazione, si potrà navigare nel sito e usufruire dei servizi.

La Pa a portata di click
Il nuovo strumento di colloquio con la Pa torna particolarmente utile in questo momento di emergenza in cui si è a casa e, però, si ha la necessità di accedere ai servizi della pubblica amministrazione. Per esempio, per dar corso agli adempimenti previsti dalla normativa messa a punto dal Governo per fronteggiare la pandemia e le sue conseguenze economiche e sociali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti