tendenze

Carte da gioco, boom di vendite durante il lockdown

«Abbiamo notato l’aumento delle vendite tramite i canali online e il negozio Amazon», spiega il presidente della triestina Modiano Stefano Crechici

di B.Ga.

default onloading pic
(Unsplash)

«Abbiamo notato l’aumento delle vendite tramite i canali online e il negozio Amazon», spiega il presidente della triestina Modiano Stefano Crechici


2' di lettura

Poker, bridge o ramino, fino alla classica briscola. Durante il lockdown il tempo da passare in casa ha spinto le vendite di giochi da tavola e mazzi di carte: in entrambi i casi questo è da 150 anni il lavoro della Modiano Industrie Carte da Gioco ed Affini Spa, fondata nel 1868 a Trieste, 60 addetti. Non ha mai chiuso grazie a specifici codici Ateco legati alla cartotecnica (produce anche imballaggi per alimenti) e anche ai tarocchi, che seguono una classificazione particolare.

«Abbiamo notato l’aumento delle vendite tramite i canali online e il negozio Amazon», spiega il presidente Stefano Crechici: «Non abbiamo un vero e-commerce, ma ci affidiamo agli specialisti del settore. Meno evidenti i risultati dal fronte delle tabaccherie, che pur essendo aperte hanno scontato il minore movimento di persone».

Loading...

Il 60% viene esportato

Il 60% delle carte Modiano da gioco finisce all’estero: un osservatorio privilegiato sulle abitudini in Francia, Germania, Spagna e Olanda, dove i giochi da tavolo sono un settore molto sviluppato e dove la quarantena ha avuto gli stessi effetti: «Giochi come Monopoly o Trivial Pursuit, tutti con mazzi di carte all’interno, richiedono traduzioni fino a 12 lingue. Probabilmente lavoreremo anche ad agosto, come in realtà facciamo da quando ci siamo aperti all’export e a Paesi che non prevedono chiusure lunghe come quella italiana in estate. In questo momento i reparti stampa e taglio sono operativi anche di sabato, perché ci sono molte richieste da soddisfare».

L’unico settore che ha subito le conseguenze di un fermo totale è quello dei casinò, rimasti chiusi e dunque senza forniture di nuove carte da gioco.

Il mercato dei tarocchi

Intramontabile si dimostra invece il mercato dei tarocchi, le carte usate per predire a se stessi o ad altri il futuro: «Sono amatissimi negli Usa: da 20 anni il modello più venduto è firmato Modiano, ma ogni anno ci sono collezioni particolari, con le stesse carte (la ruota, la morte, l’impiccato) ma reinterpretate da diversi artisti. Una nicchia, infine, è quella delle carte prodotte in plastica, 100% Pvc: alcuni giocatori non le usano, altri, soprattutto in Cina, le vedono come un prodotto di qualità decisamente superiore».

Dall’impero asburgico in poi

L’azienda, nata in una Trieste che era allora primo porto dell’impero asburgico, si è evoluta negli anni: oggi produce minimizzando l’impatto ambientale e con alti standard produttivi. Le carte da gioco vengono stampate con macchinari offset UV all’avanguardia mentre le fasi di verniciatura, finitura e di taglio avvengono con particolari macchinari messi a punto in azienda che aggiungono massima protezione ed eccellente scivolosità alle carte.

Nei reparti produttivi l’automazione facilita l’elaborazione degli ordini e consente di garantire tempi di consegna rapidi.

Modiano è anche azienda certificata FSC: il cartone impiegato nella produzione deriva da foreste reimpiantate e sostenibili.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti