Casa24

Sotheby's si espande oltre le vendite

  • Abbonati
  • Accedi
network internazionali

Sotheby's si espande oltre le vendite

  • –di Paola Dezza

Una sfida alla crisi immobiliare. Così si può leggere la mossa di aprire nel 2012 il primo ufficio a marchio Sotheby's International realty a Milano. Una scelta che è stata seguita da altre aperture e da un piano di espansione che prevede a breve nuove inaugurazioni. È questa la strategia dei fratelli Clemente e Lodovico Pignatti Morano, che dopo una lunga esperienza nella finanza hanno scelto di intraprendere l'avventura del real estate. «Abbiamo iniziato aprendo nel 2012 il primo ufficio a Milano con nove persone di staff e zero proprietà in portafoglio - spiega Lodovico -. Oggi abbiamo quattro uffici aperti in sequenza, in aprile 2013 sul lago Como, a luglio 2013 a Firenze mentre lo scorso novembre abbiamo scelto di rilevare il marchio anche a Roma (brand utilizzato in precedenza da altri imprenditori).

La nostra forza è che non ci concentriamo solo su Trophy asset, ma sull'immobiliare di qualità». A proposito della scelta di puntare sul settore del real estate Lodovico, che ha frequentato un master sul settore alla London School of Economics, aggiunge «abbiamo iniziato in un momento decisamente difficile di mercato, abbiamo osato e adesso ne stiamo raccogliendo i frutti». Puntando anche sul fatto che nel settore la professionalità non è sempre altissima. In questi tre anni, tra il 2012 e il 2013, il team ha moltiplicato per due fatturato e nel 2014 la crescita è stata pari al 190%, ma il break even, seppur vicino, non è ancora stato raggiunto. «L'Ebitda è stato positivo nel 2014 e nel 2015 attendiamo il raddoppio del fatturato» spiega Clemente Morano. A sostenere i risultati il fatto che l'Italia torna a essere interessante come meta anche per gli acquirenti esteri che nel 70% dei casi qui cercano una seconda dimora attirati dal nostro lifestyle.

Ad oggi Sotheby's Italia vanta un portafoglio di 500 proprietà immobiliari in gestione su tutto il territorio nazionale per un controvalore pari a tre miliardi di euro. Il personale è arrivato a 50 persone tra amministrazione e broker con una età media di circa 44 anni. E a Milano è previsto a breve lo spostamento in un ufficio più ampio, attiguo a quello attuale - in un palazzo storico in pieno centro città - sempre nella fedeltà alla scelta di trovarsi solo in location che non siano su strada. Alla domanda su quali sono i brand competitor in Italia, i fratelli Morano rispondono insieme che sentono affine solo Knight frank o qualche piccolo competitor. Intanto l'idea è quella di espandere il business oltre le compravendite. «Stiamo strutturando due modelli di business - dice Clemente Morano -, uno improntato sull'ospitalità, dato che riceviamo continue richieste da investitori che vogliono acquistare alberghi in Italia - si tratta di investitori privati organizzati anche in club deal che cercano strutture di cento camere -, mentre un teaa invece si dedicherà al segmento High Street retail e sarà composto da tre persone, basate a Milano, ma in futuro pensiamo di assumere anche una persona a Roma». Un altro settore importante che potrebbe vedere l'interesse di Sotheby's è quello relativo agli affitti brevi, che tanto vanno di moda adesso. L'obiettivo è raffinare la selezione di appartamenti di elevata qualità, anche di dimensioni non elevate.

© Riproduzione riservata