Casa24

Housing sociale: via al Fondo Civitas Vitae di IDeA Fimit e Cdp…

  • Abbonati
  • Accedi
fondi

Housing sociale: via al Fondo Civitas Vitae di IDeA Fimit e Cdp Investimenti Sgr

  • –di Radiocor

Prende vita Civitas Vitae, il Fondo immobiliare per l'housing sociale 2.0 targato IDeA Fimit Sgr, gestore del fondo e convinto sostenitore dell'impegno dei fondi immobiliari verso prodotti che contribuiscano allo sviluppo del territorio. Il Fondo nasce dalla collaborazione tra IDeA Fimit Sgr, Cdp Investimenti, il cui fondo Investimenti per l'Abitare (Fia) è il principale investitore finanziario di Civitas Vitae con il 75%, il Gruppo Guerra, attivo nel settore del real estate da oltre 25 anni e promotore dell'iniziativa, e la Fondazione Opera Immacolata Concezione (Oic) di Padova, una delle più grandi Onlus europee con oltre 50 anni di esperienza nell'assistenza alle persone anziane.

Il Fondo, in coerenza con la finalità innovativa che lo caratterizza, realizzerà circa 160 alloggi di social housing a Pesaro, in località Villa Ceccolini, oltre ad urbanizzazioni e servizi integrati all'abitare, nonché una residenza protetta per anziani in località San Terenzio (provincia di Pesaro e Urbino) con 260 posti letto e 24 alloggi separati destinati agli anziani autosufficienti, che sara' gestita dalla Fondazione Oic. Ed e' proprio la filosofia della Fondazione Oic, che considera la longevità come risorsa anziché come ostacolo e che fonda la propria gestione sulla coesione sociale tra le generazioni, si legge in una nota, a connotare la politica di investimento del Fondo, la cui formula potrà essere replicata anche in altre aree geografiche, coinvolgendo patrimoni immobiliari oggi in disuso a causa degli alti costi di gestione.

La caratteristica principale del Fondo Civitas Vitae è infatti la proposta di una nuova frontiera dell'abitare nel segno dell'integrazione tra le varie fasi della vita e tra le generazioni. Il Fondo nasce dall'idea di far compiere un ulteriore salto di qualità al tradizionale housing sociale, trasformandolo in un'infrastruttura di coesione sociale al servizio di tutte le generazioni, dove lo sviluppo immobiliare coincide con la valorizzazione del territorio come risorsa a disposizione di tutte le fasi del ciclo di vita degli individui e della comunità.

Il Fondo ha una durata di 25 anni e prevede più classi di quote che presentano un diverso profilo di rischio-rendimento in relazione alla natura dei quotisti coinvolti nell'iniziativa. I quotisti del Fondo sono sia investitori istituzionali, il cui piano di remunerazione sara' in linea con il rendimento calmierato del Fondo Investimenti per l'Abitare, sia partner industriali dell'iniziativa

© Riproduzione riservata